alice lifestyle leonardo marcopolo

Siete sicuri di sapere come servire il dessert secondo le regole del bon ton? Con l’esperta Csaba Dalla Zorza scopriamo i segreti per non commettere errori.
Csaba Dalla Zorza ha preparato un delizioso Clafoutis alle pesche per i suoi ospiti e ha scelto di apparecchiare la tavola in veranda. Seguiamola con attenzione per conoscere le regole che il bon ton prescrive per servire il dessert a fine pasto.
È buona norma, ad esempio, che prima di servire il dessert, la padrona di casa liberi la tavola da tutto quanto è servito per il pranzo o per la cena fino a quel momento, a cominciare dalla briciole e dagli avanzi delle portate precedenti. Seguirà la sostituzione delle posate e dei piatti, eccezion fatta per i sottopiatti, che vanno tenuti al loro posto e utilizzati per sistemarvi sopra i piattini da dessert.
Il numero delle posate da dessert varia da una a tre a seconda del tipo di dolce che intendiamo servire: il coltello viene usato generalmente soltanto nel caso in cui il dolce sia sostituito da un frutto, la forchetta nel caso di dolci piuttosto sostenuti, come può essere una crostata, mentre il cucchiaio è la classica posata da gelato, da semifreddo, da mousse o da macedonia.
L’errore da non commettere a nessun costo? Quello di posizionare le posata da dessert sopra il piatto… a meno che (Csaba dixit) non volete far somigliare la tavola di casa vostra a quella di un albergo demodé…