alice lifestyle leonardo marcopolo

Viaggio in montagna: alla scoperta dell’Alto Adige, tra sogno e realtà.

Sia in estate che in inverno, un viaggio in montagna è di sicuro una vacanza di relax. Relax che, in inverno, i più sportivi abbinano al divertimento sulle piste da sci; mentre in estate, a farla da padrone, sono le lunghe passeggiate immersi nella bellezza e nel silenzio della natura.

Ad ogni modo, qualunque sia la stagione che avete scelto per il vostro viaggio, in montagna non ci si annoia di certo.

Boschi, ruscelli, borghi curatissimi e spettacolari montagne fanno da sfondo, in Alto Adige, ad attività e attrattive ben organizzate.

Una tra tutte il campanile sommerso che spunta dal lago di Resia, in Val Venosta; o la storia – arricchita di leggende che ancora sopravvivono – delle streghe di Fiè allo Sciliar, sull’Alpe di Siusi.Non dimenticate il piacere di scoprire la terra natale dei cavalli Haflingher ad Avelengo, o quello di degustare i vini dei canonici agostiniani all’Abbazia di Novacella, in Valle Isarco (www.abbazianovacella.it).O ancora, può essere la conoscenza del Castelletto delle Erbe, in Val Martello, dove anche Reinold Messner produce una linea di fitocosmetici e profumi naturali che portano il suo nome.

E a proposito di Messner, in cinque località dell’Alto Adige il più grande scalatore del mondo ha istituito altrettanti musei il cui logo sono tre “emme” maiuscole che scritte di seguito – MMM – danno come risultato grafico le creste alpine. L’acronimo equivale a Messner Mountain Museum www.messner-mountain-museum.it.

Un viaggio tra le montagne dell’Alta Badia, dalla scoperta delle feste folkloristiche, ai raduni di kite surf in Val Venosta, fino al moderno winebar delle cantine Hofstatter di Termeno, passando per i migliori ristoranti che si fregiano della stella Michelin.

Merano: per un viaggio in montagna di relax

immagine delle terme di Merano per un viaggio in montagna

Se volete rilassarvi durante il vostro viaggio, è bene sapere che in montagna vi sono centri e strutture termali tra i migliori al mondo per bellezza ed efficienza.

Proprio nel centro di Merano, ad esempio, c’è un complesso termale perfettamente integrato nel territorio: 5 ettari di parco mediterraneo con laghetto di ninfee, 25 piscine coperte e scoperte (di cui 15 aperte tutto l’anno e 10 da metà maggio a metà settembre), 1250 metri quadrati di saune, una trentina di sale per trattamenti di bellezza e terapeutici, un centro medico, uno spazio bimbi, bistrot e caffè con interni realizzati dal celebre architetto Matteo Thun.

Sono le Terme Merano, un’oasi di salute e benessere nel cuore della città, il tutto reso ancor più spettacolare da un gigantesco cubo di vetro.Caldamente raccomandate, ad ogni stagione.

Un labirinto di fiori per un viaggio in montagna indimenticabile

immagine del Labyrinthgarten di Tenuta Kranzel, da visitare in un viaggio in montagna

Se avete optato per un viaggio tra le montagne dell’Alto Adige, lasciatevi affascinare da un incantevole luogo da sogno…

Sarà piacevole perdersi tra giganteschi nastri svolazzanti nel vento e maestose sculture. Ancor più gustoso piluccare qualche acino d’uva in questo dedalo verde. Perché il Labyrinthgarten di Tenuta Kranzel di Cermes si sviluppa tra sentieri di gelso e alberi da frutto, ma soprattutto su una superficie di 3300 metri quadrati e un percorso costeggiato da dieci tipi diversi di vitigni a spalliera con “innesti” di creatività.

Uva e arte insieme per un viaggio in montagna impossibile da dimenticare. Un’opera naturale progettata dal maestro Gernot Candolini che metaforicamente vuole significare la mappa dell’anima. Da qui il motto Chi non ha paura di cambiare direzione, troverà il centro.

All’intorno passerelle e terrapieni, lastre in pietra e un teatro verde con tredici gradoni d’erba – con 300 posti a sedere – dalla cui sommità si può ammirare tutto il giardino e la conca meranese. Aperto da marzo a novembre. (www.kraenzelhof.it).

Viaggio in montagna nella Val Martello

immagine dell'azienda Krauter per un viaggio in montagna

Se durante il vostro viaggio in montagna in Alto Adige cercate un punto di partenza per bellissime passeggiate vi consigliamo la Val Martello, famosa per le sue profumatissime piante. 

E proprio qui, a Coldrano, c’è un’azienda a conduzione familiare, la Krauter, che gestisce appezzamenti di orti dove, assieme ad esperti botanici, coltiva 200 tipi di erbe aromatiche e officinali, frutta, verdura e fiori. È Il Castelletto delle erbe e dal 2005 l’intera famiglia – tre generazioni fra nonni, genitori e figli – si dedica ad ogni tipo di essenza con criteri biologici e naturali.

Ci sono un laboratorio di essiccazione e un reparto per la vendita di tisane, sali aromatici, creme cosmetiche. Dai boschi, i Krauter raccolgono specie spontanee come le foglie di betulla e i fiori di sambuco, selezionando accuratamente ortiche, equiseto, gemme di larice e foglie di nocciola.

Coltivano anche le stelle alpine dalle quali ottengono ottime creme da protezione solare e antirughe. All’ultimo piano della casa è stato ricavato un giardino pensile con una vista strepitosa. E per chi vuole approcciarsi al mondo delle erbe, I Krauter tengono lezioni direttamente casa loro. Con workshop proprio dentro l’inconfondibile castelletto giallo. Un’esperienza unica e decisamente consigliata.

Le streghe di Castelrotto nel vostro viaggio in montagna

immagine di montagne dell'Alto Adige

Altra oasi di tranquillità è Castelrotto, con il centro storico chiuso al traffico: un’isola senza auto da godersi passeggiando.Il clima che si respira a Castelrotto è allegro e cordiale. Non a caso, il noto gruppo musicale dei Kastelruther Spatzen (passerotti di Castelrotto), vincitore di dischi di platino per i 10 milioni di copie vendute nel 1999 e con fan club anche a Milano, è di Castelrotto. La zona è quella dello Sciliar, conosciuta anche per le fantomatiche streghe e per aver ospitato, tra il 1506 e il 1510, i primi processi alle stregh
e del Tirolo.

Qui, la strega Marta, ogni estate, porta a spasso le persone alla scoperta dei misteri dell’Alpe di Siusi. Proprio sulla promenade principale di Castelrotto, in via Dolomiti, c’è un design wellnes hotel con bilocali di 48 mq. ideali per soggiornare con la famiglia a prezzi accessibili. Il titolare, il simpatico e dinamico Gottfried Schgaguler (www.schgaguler.com), con il suo cane Husky Nanouk guida alle escursioni alla conoscenza del territorio.

Perché in un viaggio in montagna Alto Adige c’è sempre tanto da vedere. E ancor più da scoprire.

 

Share This