I rimedi naturali per il mal di gola
Tosse secca o grassa? Curatela con i rimedi naturali
Tosse e raffreddore? Ecco i rimedi naturali

Come per l’influenza o il mal di gola, tosse e raffreddore sono di solito causati da un virus o da altre motivazioni che possono essere risolte anche con l’aiuto di semplici rimedi naturali. Certo, a seconda dell’avanzamento o della gravità del malanno, i rimedi naturali avranno un effetto più o meno efficace, ma bere tisane o infusi di erbe non può fare altro che aiutare a guarire.

Il raffreddore è una malattia provocata da una particolare famiglia di virus chiamata “rinovirus” che, nel momento in cui trova condizioni favorevoli attacca alcune cellule delle vie respiratorie. L’infiammazione che deriva da questo attacco, poi, provoca la dilatazione dei vasi sanguigni che irrorano la mucosa nasale; si richiamano così liquidi nella parte, si produce muco e il passaggio dell’aria viene ostacolato. Nel caso del raffreddore, il passaggio del virus può avvenire sia per via aerea sia per contatto. Tuttavia, essendo il rinovirus piuttosto fragile, il passaggio da una persona all’altra avviene principalmente per contatto.  

Vediamo quali sono i rimedi naturali per contrastare il raffreddore.

Decotto di liquirizia
Un metodo efficace e anche gustoso per stroncare il raffreddore sin dai primi sintomi è il decotto di liquirizia. Basta far bollire 50 gr di bastoncini di liquirizia in un litro d’acqua per 15 minuti. Filtrate il liquido, dolcificate con miele e bevetelo durante il giorno.

Infuso delle tre erbe
Mettete in un sacchetto di tela 10 gr di ognuna delle seguenti erbe: timo serpillo, eucalipto e lavanda. Ponete un cucchiaino di questa miscela in infusione per 10 minuti in una tazza di acqua calda; filtrate, dolcificate con miele e bevetene 2-3 tazze al giorno.

Inalazioni alla maggiorana
Per aiutare la respirazione, versate una manciata di sommità fiorite di maggiorana in un litro di acqua bollente. Filtrate e inalate i vapori più volte al giorno.  

Non solo erbe
Un rimedio popolare particolarmente utile in caso di raffreddore è il burro di cipolle. Si prepara facendo cuocere 3 cipolle bionde con pochissima acqua fino a ridurle in purea. Si usa spalmato sul pane o per condire verdure e cereali. Questo composto ha, inoltre, notevoli proprietà diuretiche. 

Continuate a scoprire i rimedi naturali per curare la tosse!

Leggi anche

I rimedi naturali per il mal di gola 

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Alimentazione

Ognuno di noi nella sua vita si augura di essere felice, di avere un lavoro soddisfacente e ricco di soddisfazioni, di raggiungere i propri sogni, ma certamente alla base dei nostri obiettivi c'è l'augurio più grande, quello che accomuna proprio tutti: vivere il più a lungo possibile. Molte persone ricorrono a cure farmacologiche e a trattamenti speciali per mantenersi in forma e in salute. Ma avete mai pensato che, forse, il vivere a lungo sia un insieme di semplici fattori che, però, potrebbero avere un'importanza fondamentale nella nostra vita? Non sono pochi gli studiosi che si sono dedicati al caso, ed è stata stilata una classifica di 8 segreti che aiutino a vivere più a lungo. Se potrebbe interessarvi, date un'occhiata alla nostra lista... 1. Relax Lo stress del lavoro, la frenesia della città e dei ritmi quotidiani, spesso, non aiutano a sostenere uno stile di vita salutare. Il primo consiglio è quello di ricavarsi uno spazio solo per voi, in famiglia o con amici, per dimenticare una giornata andata storta. 2. Bere tè Sono molti gli studi a sostenere l'importanza di bere tè per la nostra salute. L'alto contenuto di antiossidanti contenuti nel tè, aiutano a migliorare la circolazione del sangue. Bere tè, infatti, riduce del 24% il rischio di morte dovuto a problemi cardiovascolari, che possono sorgere nei fumatori incalliti e nei bevitori di caffè. 3. Ottimismo Pensare positivo aiuta a vivere più serenamente, abbassare il rischio di ictus e migliorare le funzioni cardiache e cerebrali. Nei Paesi Bassi un gruppo di ricercatori dell’Università di Tilburg ha dimostrato come l’ottimismo sia stato decisivo nel determinare la morte di un gruppo di pazienti cardiopatici. Sono stati selezionati 600 soggetti con problemi cardiopatici e divisi in due gruppi a seconda del loro carattere: ottimisti o pessimisti. Dopo 5 anni erano morti meno del 10% delle persone appartenenti al gruppo degli ottimisti contro il 16,5% del gruppo dei pessimisti. 4. Pet-Therapy Numerose sono le ricerche in merito all'enorme potere che cani, gatti, e animali in generale, possono avere sulle persone. Avere un amico a 4 zampe in casa, infatti, aiuta a sorridere di più, ad essere di buonumore e a superare anche le giornate iniziate male. 5. Smettere di fumare Può sembrare ovvio ma non ci stanchiamo mai di ripeterlo: smettere di fumare è importantissimo per la salvaguardia della salute. Il fumo aumenta la pressione arteriosa, ostacola la circolazione provocando ictus e infarti, e può determinare impotenza nell'uomo, declino mentale, menopausa anticipata, invecchiamento della pelle, osteoporosi e, nei casi peggiori, tumori di vari tipi. 6. Fitness Molte persone sostengono che dopo un allenamento in palestra si sentono meglio. E non hanno tutti i torti, perché sostenere uno stile di vita energico e allenato, aiuta a stimolare molte funzioni del nostro organismo e a scaricare lo stress accumulato durante la giornata. 7. Gli antiossidanti Gli antiossidanti sono un ottimo rimedio per prevenire e curare varie malattie e patologie. Possiamo assumere antiossidanti mangiando gli alimenti giusti, come kiwi, tè verde, melograno, mirtilli e frutti rossi, carote, graviola, avocado, pomodori, cacao e cioccolato, bacche di Goji. Gli antiossidanti, oltre a combattere i radicali liberi e a prevenire l'invecchiamento della pelle, proteggono la vista, migliorano la circolazione e favoriscono il benessere dei vasi sanguigni e del cuore. 8. La dieta giusta Seguire una dieta equilibrata è fondamentale per mantenere uno stato di salute sano e andare incontro a problemi di vario genere. Esagerare con dolci, sale o cibi ricchi di additivi e conservanti può avere effetti dannosi. Oltre ad incorrere nel rischio di obesità, mangiare male potrebbe portare a ipertensione arteriosa, malattie metaboliche e dell'apparato cardiocircolatorio, diabete tipo 2 e, addirittura, alcune forme di tumori. Inoltre, seguire una dieta bilanciata e completa, fortifica il sistema immunitario, proteggendo l'organismo da malattie legate a malattie di varia natura. Leggi anche Dieta depurativa e sgonfiante Dieta dimagrante anticellulite Dieta antinfluenzale: 5 alimenti contro l'influenza
CONDIVIDI

Curiosità

Stress da lavoro? Diamo uno sguardo agli effetti che ne conseguono... Lo stress, un problema che fa ormai da sfondo alla nostra società, viene spesso sottovalutato nei suoi effetti. Le conseguenze di un forte stress, o di uno stress reiterato nel tempo, possono essere a dir poco deleterie. Lo stress può essere causa di un'ampia gamma di malattie che colpiscono il sistema immunitario, come ad esempio  la celiachia; ma anche problemi circolatori, disturbi gastrointestinali, ipertensione arteriosa o colon irritabile. Questi sono solo alcuni degli effetti importanti più derivanti da stress. Lo stress, infatti, può agire anche sulla psicologia, sul nostro stato umorale e addirittura sentimentale. Un nuovo studio rivela che una persona sottoposta ad un forte stress è meno capace di provare compassione verso gli altri. Questo è il risultato di uno studio pubblicato sulla rivista Current Biology. Una ricerca in cui i ricercatori hanno somministrato a topi di laboratorio e a uomini dei farmaci in grado di bloccare i livelli di cortisolo (detto anche "ormone dello stress") nel sangue. Il risultato è stato sorprendente: quando i livelli di stress sono tenuti sotto controllo, siamo più presenti con le persone a noi care. In poche parole mostriamo più empatia verso di loro. Lo studio si concentra sul fenomeno noto come "contagio emotivo del dolore", e dimostra come sia uomini che animali hanno un istinto all'empatia molto più spiccato quando i livelli di cortisolo vengono bloccati. I livelli di cortisolo possono salire e scendere durante il giorno, a seconda del fattore "stress": quando l'organismo è sotto stress vengono rilasciati maggiori quantità di cortisolo. I ricercatori hanno somministrato ad alcuni studenti universitari l'ormone metyrapone, in grado di bloccare la produzione di cortisolo. I ragazzi, poi, hanno incontrato dei perfetti estranei, a cui è stato chiesto di immergere le mani in una ciotola di acqua gelata. Le reazioni dei ragazzi, alla vista di coloro che immergevano le mani nell'acqua, sono state espressioni di dolore, di disagio, e dunque molto empatiche. Un studio di questo è tipo è molto importante per continuare a studiare i comportamenti umani, offrendo una maggior comprensione delle nostre azioni quando ci troviamo a contatto con gli altri. Possiamo quindi sostenere che il mondo sarebbe migliore se fossimo meno stressati? Su questo non possiamo metterci la mano sul fuoco, ma certo noi vivremmo molto meglio.
CONDIVIDI

Alimentazione

Inutile a dirlo: dopo qualche festività c'è sempre bisogno di una dieta depurativa e sgonfiante che ci aiuti a ritrovare la forma persa. E non solo, perché in un periodo particolarmente stressante può capitare di prendere d'assalto il frigo, esagerando con dolci e altre goloserie salate. Arriva, poi, il momento in cui sentiamo il bisogno di metterci a dieta e depurare il fisico dalle tossine e dalle calorie in eccesso. Iniziamo allora una dieta depurativa e sgonfiante, che ci faccia sentire in forma e a posto con noi stessi. Una dieta per depurare l'organismo non è composta solamente da integratori  o tisane con proprietà disintossicanti. Una dieta depurativa inizia da un'alimentazione attenta che stimoli il metabolismo, aiutando ad ossigenare i tessuti del corpo. Il consiglio è quello di inserire nella dieta alimenti in grado di stimolare e depurare il fegato come carciofi, cardo mariano, tarassaco o radice di bardana. È essenziale, inoltre, bere molta acqua per facilitare le funzioni renali e intestinali. Vi sembrerà strano ma anche la respirazione ha i suoi effetti sul nostro corpo: dedicate qualche minuto al giorno alla respirazione profonda e avrete subito una sensazione di sgonfiore e alleggerimento. Dieta depurativa: gli alimenti che sgonfiano Iniziare una dieta depurativa e sgonfiante prevede un'astinenza (più o meno di 40 giorni) dal consumo di prodotti animali. È consigliabile, infatti, assumere la carne, le uova e i formaggi una volta a settimana. In questo modo si evita di aggiungere altre tossine a quelle già accumulate in precedenza, evitando che l'organismo continui ad acidificarsi. Potete sostituire la carne con alimenti vegetali proteici, come semi, frutta secca e legumi. Dieta depurativa: i cereali integrali Il pane in una dieta non deve essere eliminato. Basta sostituirlo con del pane prodotto con farine poco raffinate tipo 2 e lievitato con lievito madre. Ideale per una dieta depurativa è il riso o il miglio; meno indicato è il grano per il suo quantitativo di glutine. Da non tralasciare mai frutta e verdura, fondamentali per disintossicare l'organismo e, in alcuni casi, per combattere l'acidificazione del sangue: patate, sedano, barbabietola, banane e limoni. Dieta depurativa: bevete molta acqua Inutile a dirlo: l'acqua è il miglior depurante che ci sia. Bere almeno due litri di acqua al giorno è quasi d'obbligo. Se non riuscite a bere troppa acqua, aiutatevi mangiando della frutta o della verdura ricca di acqua come l'anguria, i cetrioli, le mele, i pomodori, la lattuga o le carote. Dieta depurativa: alla larga dai dolcificanti artificiali Se pensate di dimagrire eliminando gli zuccheri e sostituendoli con i dolcificanti artificiali, state commettendo un grave errore. I sostituti dello zucchero hanno un effetto dannoso non solo sulla nostra dieta ma sull'intero organismo. Dieta depurativa: la caffeina Caffè-dipendenti? Ebbene se volete dimagrire con una dieta depurativa sarà il caso mettere da parte questa bevanda per almeno un po' di tempo. La caffeina, infatti, è una sostanza acidificante per il corpo; stessa cosa per l'assunzione smodata di alcool, che può provocare un aumento di peso, ritenzione idrica e varie patologie epatiche. Dieta depurativa: le fibre Mangiare molte fibre durante una dieta depurativa aiuta a regolare il sistema digestivo e ad eliminare le sostanze di scarto. Dieta depurativa dei 3 giorni Questa mini dieta depurativa è da seguire al massimo una volta al mese per 3 giorni. In caso di problemi di qualsiasi natura, meglio consultare un dietologo o un nutrizionista. Dieta depurativa: colazione Centrifugato di frutta e verdura, caffè d'orzo o tè verde. Dieta depurativa: pranzo Verdura cruda condita con un cucchiaino d'olio extravergine di oliva e succo di limone. 60 gr di riso integrale e un frutto. Dieta depurativa: cena Passato di verdure o verdure alla griglia. 60 gr di riso integrale condito con un filo di olio extravergine ed erbe aromatiche fresche. Quando tornate all'alimentazione normale, cercate di privilegiare carni bianche e pesce, spezie invece del sale, verdure e frutta fresca. Prima di andare a dormire concedetevi una tisana rilassante e drenante a base di carciofo, bardana, tarassaco, finocchio, boldo e salsa pariglia. Leggi anche Le 7 tisane della salute Pancia piatta: gli alimenti per dimagrire la pancia Come fare una tisana al finocchio
CONDIVIDI
Segui Alice su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv