I rimedi naturali per il mal di gola
Tosse secca o grassa? Curatela con i rimedi naturali
Tosse e raffreddore? Ecco i rimedi naturali

Come per l’influenza o il mal di gola, tosse e raffreddore sono di solito causati da un virus o da altre motivazioni che possono essere risolte anche con l’aiuto di semplici rimedi naturali. Certo, a seconda dell’avanzamento o della gravità del malanno, i rimedi naturali avranno un effetto più o meno efficace, ma bere tisane o infusi di erbe non può fare altro che aiutare a guarire.

Il raffreddore è una malattia provocata da una particolare famiglia di virus chiamata “rinovirus” che, nel momento in cui trova condizioni favorevoli attacca alcune cellule delle vie respiratorie. L’infiammazione che deriva da questo attacco, poi, provoca la dilatazione dei vasi sanguigni che irrorano la mucosa nasale; si richiamano così liquidi nella parte, si produce muco e il passaggio dell’aria viene ostacolato. Nel caso del raffreddore, il passaggio del virus può avvenire sia per via aerea sia per contatto. Tuttavia, essendo il rinovirus piuttosto fragile, il passaggio da una persona all’altra avviene principalmente per contatto.  

Vediamo quali sono i rimedi naturali per contrastare il raffreddore.

Decotto di liquirizia
Un metodo efficace e anche gustoso per stroncare il raffreddore sin dai primi sintomi è il decotto di liquirizia. Basta far bollire 50 gr di bastoncini di liquirizia in un litro d’acqua per 15 minuti. Filtrate il liquido, dolcificate con miele e bevetelo durante il giorno.

Infuso delle tre erbe
Mettete in un sacchetto di tela 10 gr di ognuna delle seguenti erbe: timo serpillo, eucalipto e lavanda. Ponete un cucchiaino di questa miscela in infusione per 10 minuti in una tazza di acqua calda; filtrate, dolcificate con miele e bevetene 2-3 tazze al giorno.

Inalazioni alla maggiorana
Per aiutare la respirazione, versate una manciata di sommità fiorite di maggiorana in un litro di acqua bollente. Filtrate e inalate i vapori più volte al giorno.  

Non solo erbe
Un rimedio popolare particolarmente utile in caso di raffreddore è il burro di cipolle. Si prepara facendo cuocere 3 cipolle bionde con pochissima acqua fino a ridurle in purea. Si usa spalmato sul pane o per condire verdure e cereali. Questo composto ha, inoltre, notevoli proprietà diuretiche. 

Continuate a scoprire i rimedi naturali per curare la tosse!

Leggi anche

I rimedi naturali per il mal di gola 

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Alimentazione

Avete presenti quegli adorabili bastoncini di zucchero natalizi che spopolano nella tradizione americana? Ebbene, ora i bastoncini di zucchero stanno, pian piano, entrando a far parte anche del nostro Natale, trovando favorevoli non solo i bambini ma anche un pubblico più adulto. I bastoncini di zucchero natalizi, oltre ad essere deliziosi da mangiare, possono essere utilizzati anche per altri impieghi. Un esempio? Addobbare l'albero di Natale, oppure decorare la tavola in vista del tanto atteso pranzo di Natale. Se cercate un'idea diversa dal solito per realizzare dei segnaposti natalizi ed originali, i bastoncini di zucchero sono quello che fa per voi. Legate i bastoncini di zucchero al tovagliolo con un nastrino rosso, aggiungendo magari qualche rametto di agrifoglio o di ribes rossi. L'effetto che avrete sulla tavola di Natale con pochi ingredienti e accessori sarà stupefacente. Dolci, sfiziosi e facili da realizzare, i bastoncini di zucchero li trovate, spesso, anche sui pacchi regalo. Sono perfetti per chiudere i regali di Natale con un chiudi pacco economico e natalizio che stupirà tutti piacevolmente. E allora che cosa stiamo aspettando? Mettiamoci subito all'opera. Recuperiamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per preparare i bastoncini di zucchero natalizi e diamo inizio alle nostre piccole dolcezze. Bastoncini di zucchero: ingredienti Per 12-18 bastoncini di zucchero Zucchero semolato: 3 tazze Sciroppo di mais chiaro: 1 tazza Acqua: 1/4 Estratto di menta piperita: 1 cucchiaino e 1/2 Colorante alimentare: consigliato rosso e bianco Guanti di plastica Termometro da cucina Bastoncini di zucchero: preparazione Tempo di preparazione: 75 minuti 1. Spruzzate con uno spray da cucina antiaderente due teglie da cucina e mettete da parte. In assenza dello spray antiaderente, potete stendere sulle teglie della carta da forno unta leggermente con dell'olio. Iniziate ad accendere il forno a 93 °C. 2. Unite zucchero, sciroppo di mais e l'acqua in una casseruola e fate cuocere a fuoco medio-alto. Mescolate mentre lo zucchero si scioglie e spazzolate lungo i lati della pentola con un pennello da cucina bagnato, onde evitare la formazione di cristalli di zucchero. Una volta raggiunta la bollitura, inserite il termometro da cucina e continuate a cuocere senza mescolare, fino a quando il composto raggiunge la temperatura di 141 °C. 3. Arrivati a temperatura, togliete subito il recipiente dal fuoco. Aggiungere l'estratto di menta piperita cercando di non esagerare con le quantità. Una volta aver amalgamato bene la menta con il composto, versate la metà dello sciroppo di zucchero su una delle teglie e lasciate riposare in forno. 4. Aggiungete qualche goccia di colorante alimentare rosso per il resto del composto e mescolate bene. Aggiungete colorante alimentare se preferite per i bastoncini di zucchero un colore più vivace ed acceso. 5. Lasciate riposare il composto rosso nella seconda teglia in forno. Una volta raggiunta la consistenza caramellosa, mettete i guanti e iniziate a lavorare i due composti. 6. Tagliate delle striscioline per ogni composto e lavoratele fino a farle diventare dei cilindri. Fatto questo, intrecciate due striscioline tra loro come se stesse facendo una treccia, tagliatele delle dimensione che preferite e dategli la forma classica del bastoncino. 7. Se i composti diventano difficili da lavorare, metteteli di nuovo qualche minuto in forno per ammorbidirli ma senza tenerli troppo tempo. 8. Una volta realizzati i bastoncini di zucchero, potete avvolgerli nella pellicola trasparente o di alluminio per una migliore conservazione. Buon divertimento e buon Natale! Leggi anche Addobbi natalizi fai da te Biscotti di Natale per bambini Decorazioni di Natale per la tavola
CONDIVIDI

Alimentazione

Evitare gli sprechi alimentari dovrebbe essere l'obiettivo di tutti coloro che, in partenza per un weekend fuori porta, lasciano il frigorifero mezzo pieno. Capita, poi, che di ritorno da un viaggio troviamo alcuni cibi rovinati. Le conseguenze non sono solo economiche ma anche dannose per l'ambiente. Gli alimenti guasti che gettiamo creano enormi danni all'ambiente più ancora di quelli che consumiamo. Le risorse del pianeta, però, non sono infinite e vanno preservate a partire da piccole regole di economica domestica che è bene seguire. Regole e consigli per conservare il cibo Il frigorifero, come anche il congelatore, sono aiuti importanti per evitare gli sprechi alimentari. Gli elettrodomestici di oggi permettono di conservare per giorni il cibo che acquistiamo, ma è sempre bene avere degli accorgimenti che variano da prodotto a prodotto. La regola principale è tenere sempre il frigo in ordine e disinfettato. Come conservare le cipolle Le cipolle vanno conservate in un luogo fresco e asciutto. Possono durare anche tre mesi ma non vanno messe insieme alle patate. Un ottimo modo per conservarle è metterle dentro un collant. Come conservare le erbe aromatiche Potete congelare le erbe aromatiche congelandole con l'olio, così da avere panetti già pronti all'uso per le vostre ricette. In alternativa potete anche legarle con uno spago e tenerle all'aria aperta. Come conservare la frutta La frutta va sempre controllata, perché anche solo una mela marcia può rovinare tutto il resto. Cercate di tenere le mele in una ciotola a parte, evitando di sistemarle con altra frutta. Le mele producono etilene, una sostanza che favorisce il processo di maturazione. Come conservare il formaggio Non fate l'errore di conservare il formaggio a contatto diretto con la plastica. Aggiungete il burro sulla parte esterna del formaggio, che aiuta a favorirne la conservazione. Come conservare la verdura fresca Per conservare la verdura fresca in foglia basta avvolgerla in un tovagliolo o in uno strofinaccio di cotone che ne assorbe l'umidità. Gli asparagi, invece, vanno messi in acqua, dopo aver tagliato il gambo e conservati in frigo. Questo metodo può essere usato anche con il prezzemolo. Sedano e broccoli, poi, se avvolti nella carta stagnola possono conservarsi fino a 4 settimane. I funghi vanno conservati in sacchetti di carta e tenuti in luoghi freschi e asciutti lontano dall'umidità. E, in ultimo le patate novelle, se conservate con le mele, durano più a lungo. Ora non vi resta che dare la giusta organizzazione alla vostra cucina e...buon viaggio! Leggi anche Chiudi il frigo: parti tranquilla 5 alimenti per la salute di capelli, pelle e unghie Dieta: a che ora mangiare i carboidrati?
CONDIVIDI

Alimentazione

Dimagrire a volte può essere davvero molto semplice, a partire dalla colazione. Una dieta sana è naturalmente la prima regola per perdere peso, ma la colazione resta il pasto più importante della giornata e come tale è bene non sottovalutarla. Alcune persone riescono a dimagrire pur non seguendo alla lettera una vera e propria dieta, ma semplicemente sfruttando consigli in merito ad una colazione sana. Vediamone insieme 5. Dimagrire a colazione con la fibra Cercate di mangiare a colazione 8 grammi di fibra per saziare il vostro appetito. Dovete cercare di inserire a colazione alimenti che durante la mattinata non vi facciano sentire il classico buco allo stomaco. Secondo l'EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) dovremmo assumere 25 grammi di fibre al giorno, da associare a due litri di acqua. Gli alimenti con fibre e vitamine da assumere? Mela, pera, carote, legumi, patate, cereali, cavoli e noci. Dimagrire anticipando la colazione Secondo numerose ricerche, prima si fa colazione, prima il nostro sistema metabolico inizia ad attivarsi. E, di conseguenza, prima si potrebbe avvertire il senso di fame. La soluzione migliore è quella di aspettare almeno un'ora da quando ci si sveglia prima di fare colazione. Dimagrire mangiando più proteine e meno zuccheri Cibi e golosità zuccherine sono molto allettanti a colazione. Ma, a differenze di molti altri alimenti, hanno un elevato quantitativo di calorie e forniscono meno energie di quanto possono alcuni cibi. Qualche esempio? Uova o cereali integrali aiutano a sentirsi sazi e contengono un importante carico di energie per il nostro organismo. A colazione controllate le porzioni La colazione dovrebbe essere molto ricca per sostenere l'organismo durante la mattinata. Tuttavia non bisogna esagerare con le porzioni. Il consiglio è di puntare a circa 350 calorie ogni giorno. Dimagrire con la colazione pret à porter Se non avete un attimo di tempo per sedervi a tavola a fare colazione, portatela con voi. Saltare la colazione non è mai la soluzione migliore se avete intenzione di dimagrire. Mangiare al mattino aiuta a bruciare più calorie durante l'arco della giornata. Un giusto pasto a colazione aiuta a sentirsi sazi per tutto il giorno. Leggi anche Come mangiare panini a pranzo senza ingrassare I 15 alimenti benefici per la salute Dieta lampo: come perdere chili in 5 giorni
CONDIVIDI
Segui Alice su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv