I rimedi naturali per il mal di gola
Tosse secca o grassa? Curatela con i rimedi naturali
Tosse e raffreddore? Ecco i rimedi naturali

Come per l’influenza o il mal di gola, tosse e raffreddore sono di solito causati da un virus o da altre motivazioni che possono essere risolte anche con l’aiuto di semplici rimedi naturali. Certo, a seconda dell’avanzamento o della gravità del malanno, i rimedi naturali avranno un effetto più o meno efficace, ma bere tisane o infusi di erbe non può fare altro che aiutare a guarire.

Il raffreddore è una malattia provocata da una particolare famiglia di virus chiamata “rinovirus” che, nel momento in cui trova condizioni favorevoli attacca alcune cellule delle vie respiratorie. L’infiammazione che deriva da questo attacco, poi, provoca la dilatazione dei vasi sanguigni che irrorano la mucosa nasale; si richiamano così liquidi nella parte, si produce muco e il passaggio dell’aria viene ostacolato. Nel caso del raffreddore, il passaggio del virus può avvenire sia per via aerea sia per contatto. Tuttavia, essendo il rinovirus piuttosto fragile, il passaggio da una persona all’altra avviene principalmente per contatto.  

Vediamo quali sono i rimedi naturali per contrastare il raffreddore.

Decotto di liquirizia
Un metodo efficace e anche gustoso per stroncare il raffreddore sin dai primi sintomi è il decotto di liquirizia. Basta far bollire 50 gr di bastoncini di liquirizia in un litro d’acqua per 15 minuti. Filtrate il liquido, dolcificate con miele e bevetelo durante il giorno.

Infuso delle tre erbe
Mettete in un sacchetto di tela 10 gr di ognuna delle seguenti erbe: timo serpillo, eucalipto e lavanda. Ponete un cucchiaino di questa miscela in infusione per 10 minuti in una tazza di acqua calda; filtrate, dolcificate con miele e bevetene 2-3 tazze al giorno.

Inalazioni alla maggiorana
Per aiutare la respirazione, versate una manciata di sommità fiorite di maggiorana in un litro di acqua bollente. Filtrate e inalate i vapori più volte al giorno.  

Non solo erbe
Un rimedio popolare particolarmente utile in caso di raffreddore è il burro di cipolle. Si prepara facendo cuocere 3 cipolle bionde con pochissima acqua fino a ridurle in purea. Si usa spalmato sul pane o per condire verdure e cereali. Questo composto ha, inoltre, notevoli proprietà diuretiche. 

Continuate a scoprire i rimedi naturali per curare la tosse!

Leggi anche

I rimedi naturali per il mal di gola 

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Salute

I dolori mestruali sono tra le conseguenze più fastidiose del ciclo e ne soffrono il 50% delle donne. Crampi, mal di testa, gonfiore, sono le conseguenze più comuni dell'arrivo del ciclo mestruale, ma fortunatamente ci sono alcuni rimedi naturali per alleviare i dolori, che non tutti conoscono. Le cause dei dolori mestruali I dolori mestruali possono manifestarsi in tutte le donne e in qualsiasi fase del ciclo. L'intensità e la durata del dolore è variabile per soggetto e per mese. I fattori psicologici e ambientali esercitano sicuramente un'influenza e come sempre lo stress è uno fra i principali fattori che incide sul dolore, addirittura può essere causa di amenorrea o alterazioni del ciclo. Nelle donne che soffrono sistematicamente di dolori mestruali e in maniera acuta, i crampi possono irradiarsi fino al basso ventre associati a nausea, cefalea, stanchezza, diarrea o stipsi, dolenzia al seno e sensazioni di freddo. Dolori mestruali: i rimedi naturali contro i crampi I crampi sono tra i dolori mestruali più diffusi e la tradizione dei rimedi casalinghi propone diverse soluzioni. La borsa dell'acqua calda posta in corrispondenza dell'utero può sembrare banale ma è un rimedio naturale che funziona, perché aiuta a rilassare le contrazioni uterine, oltre a dare relax a tutto il corpo. Il massaggio sull'addome aiuta a dare sollievo Un pediluvio con sale grosso e 10 gocce di olii essenziali Bevande calde e tisane sono dei rimedi naturali molto utili. Le tisane in particolare, alleviano il gonfiore e regalano una sensazione di relax e benessere generale. Tra le erbe e le spezie più efficaci si consigliano: la tisana alla lavanda dalle proprietà lenitive, le tisane alla camomilla, alle foglie di lampone, alla menta (favorisce l'arrivo del ciclo nel caso di ritardi dovuti allo stress o al cambio di stagione) e alla cannella (aiuta in caso di flusso abbondante). Tutti gusti dolcissimi e che favoriscono comunque il relax. GUARDA ANCHE LE 7 TISANE DELLA SALUTE Dolori mestruali: i rimedi naturali contro il mal di testa Il mal di testa è una delle conseguenze più fastidiose del ciclo e prima di ricorrere ai farmaci si può provare con alcuni rimedi naturali. Un classico "rimedio della nonna" è applicare una patata a fette sulla fronte e legarla con un foulard mentre si riposa al buio. Oppure potete riscaldare un foulard di lana o di seta, sul calorifero o con il phon, e applicarlo sul collo. Dolori mestruali: i benefici del magnesio È stato dimostrato che il magnesio riesce ad attenuare la produzione di prostaglandine, e di conseguenza crampi e mal di testa. Se non riusciamo ad assumerlo con il cibo, consumando  riso scuro, pane integrale, avena, noci e fagioli, si può ricorrere a degli integratori di magnesio, sempre utili per la salute della donna. SCOPRI LA DIETA DEL MAGNESIO Dolori mestruali: i cibi da mangiare e da evitare Durante il ciclo capita di sentirsi gonfi e un desiderio continuo di assumere dolci. Contro la pesantezza, l'ananas può essere d'aiuto mangiandone la polpa ma anche preparando un decotto con le scorze. In generale comunque, bisognerebbe evitare pasti troppo ricchi e abbondanti e tra gli alimenti che potrebbero provocare fastidi durante i giorni delle mestruazioni, troviamo alcol, zucchero raffinato, cibi particolarmente piccanti, snack dolci confezionati, fritture e latticini. Dolori mestruali: l'attività fisica [caption id="attachment_11150" align="alignnone" width="622"] L'attività fisica quando si hanno i dolori mestruali[/caption] Quando si è affetti da dolori mestruali, l'unica cosa di cui si ha voglia è il riposo e di smettere anche tutte le attività fisiche. In realtà facendo movimento si producono tante beta endorfine che sono degli analgesici naturali, una sorta di "morfina" prodotta dal nostro stesso corpo e quindi ci fanno sentire di meno il dolore. In ogni caso quando si hanno i dolori mestruali è bene fare ginnastica dolce, passeggiate lunghe o yoga. Da evitare invece la cyclette.
CONDIVIDI

Bellezza

Tempo di primavera e tempo di scegliere i nuovi colori degli smalti della p/e 2015. Facciamo il punto sulle tendenze per le unghie e i colori di moda questa estate. Partiamo dalla lunghezza ideale delle unghie, avrete notato infatti, che molte star di Hollywood indossano unghie lunghissime e arcuate, quasi artigli. [caption id="attachment_11126" align="alignnone" width="622"] Heidi Klum con una manicure perfetta che punta su unghie a mandorla.[/caption] State tranquille, perchè la lunghezza ideale delle unghie è media e con una forma a mandorla. Smalti p/e 2015: i colori pastello [caption id="attachment_11117" align="alignnone" width="620"] I colori pastello per gli smalti della primavera estate 2015[/caption] Se la scorsa estate le unghie erano laccate con colori fluo e sgargianti, per la primavera/estate 2015, gli smalti sono prevalentemente con i toni pastello. I colori degli smalti più di tendenza sono verde, blu e rosa fino al color marsala.   La palette degli smalti Chanel punta su colori tenui ma intensi con un verde molto particolare.   I colori degli smalti firmati Dior invece, puntano su tonalità molto chic di rosa e fucsia, colori sempre di moda d'estate. Colori smalti p/e 2015: le texture gummy Un'altra tendenza per gli smalti sono le texture gummy che danno un effetto corposo e lucido. [caption id="attachment_11121" align="alignnone" width="622"] Smalti collezione Pupa p/e 2015[/caption] Con tutti questi smalti colorati potete giocare con più applicazioni. Quella più di tendenza, anche per le signore, è un'unghia colorata in modo diverso. [caption id="attachment_11120" align="alignnone" width="622"] Unghie multicolor[/caption] Se infine, non amate particolarmente i colori sgargianti degli smalti, state tranquille perchè la manicure più di tendenza questa estate è la nude manicure. [caption id="attachment_11116" align="alignnone" width="622"] Nude manicure con decorazioni glitter[/caption] Leggi anche: Smalto perfetto con la tecnica brasiliana Kit unghie perfette: come curarle  
CONDIVIDI

Alimentazione

Sono sempre più numerose le persone che seguono una dieta di magnesio per salvaguardare la salute di ossa e denti. Ma non solo, perché il magnesio è essenziale anche per il corretto funzionamento del sistema nervoso e del cuore. Questo importantissimo minerale, infatti, interviene in più di 300 reazioni chimiche all'interno del nostro corpo, influenzando anche l'attività di altri apparati e organi. Non a caso, la maggiore incidenza di problemi cardiaci è stata associata ad una carenza di magnesio. Una dimostrazione dell'importanza del magnesio è stata l'aumento della produzione di integratori alimentari, che ne arricchissero la presenza nel nostro organismo. Inoltre, il magnesio ha una certa efficacia anche contro gli effetti della sindrome pre-mestruale. Il magnesio è necessario all'organismo per produrre quantità sufficienti di acido gammalinoleico (GLA), una sostanza che aiuta a compiere, senza dolori, le attività legate al ciclo mestruale. Gli integratori sono sicuramente utili per fare un pieno di magnesio, ma anche l'alimentazione quotidiana ha il suo ruolo. La dieta che vi proponiamo, contiene alte quantità di magnesio, evitando inoltre gli alimenti che potrebbero ostacolarne l'assorbimento. È una dieta che può essere seguita fino a due settimane, considerando l'equilibrata assunzione nutritiva. LUNEDÌ Colazione: 1 yogurt greco magro (125g) con 30g di germe di grano, 15g di miele, 2 noci e 1 caffè d'orzo Spuntino: 2 kiwi Pranzo: 80g di riso integrale, broccoli al vapore, 60g di parmigiano, 30g di pane integrale, 1 mela Merenda: 2 noci, 2 datteri, 1 tisana drenante Cena: 200g di passato di verdura con 40g di crostini, sogliola al vapore (200g) e 150g di patate lesse MARTEDÌ Colazione: 120g di latte di soia, 25g di cioccolato fondente, pane alle noci (60g), 15g di miele, un caffè d'orzo Spuntino: 1 pera e un probiotico Pranzo: insalata con 70g di riso bollito, 200g di misto di verdure (carote, zucchine, patate, verza, germogli di soia), 1 pera Merenda: 40g di albicocche secche, una tisana depurativa Cena: hamburger alle noci, 150g di verdure grigliate, 50g di pane ai 5 cereali, 1 mela MERCOLEDÌ Colazione: una tazza di tè verde, 15g di miele, 50g di fette biscottate integrali con 30g di marmellata di prugne, 1 kiwi Spuntino: una spremuta d'arancia e 2 noci Pranzo: 200g di tofu salato e 200g di verdurine (carote, zucchine, patate, verza, germogli di soia), macedonia di frutti di bosco (220g) Merenda: 2 noci, 2 datteri, 1 tisana drenante Cena: branzino al sale (200g), 150g di zucchine trifolate, 50g di pane integrale GIOVEDÌ Colazione: 1 yogurt greco magro (125g) con 30g di germe di grano, 15g di miele, 2 noci e 1 caffè d'orzo Spuntino: 2 kiwi Pranzo: 2 uova, radicchio ai ferri con salsa di cipolle all'aceto balsamico, 50g di pane integrale, 100g di uva Merenda: 40g di albicocche secche, una tisana depurativa Cena: minestrone di cereali (40g) e legumi (70g), 150g di spinaci lessati, 70g di ricotta fresca VENERDÌ Colazione: 120g di latte di soia, 25g di cioccolato fondente, pane alle noci (60g), 15g di miele, un caffè d'orzo Spuntino: 1 pera e un probiotico Pranzo: 70g di pasta con 150g di cime di rapa, indivia, 1 mela Merenda: 2 noci, 2 datteri, 1 tisana drenante Cena: 200g di pinzimonio di sedano, finocchi, carote e peperoni, 200 g di merluzzo gratinato, 150g di patate e fagioli bolliti SABATO Colazione: una tazza di tè verde, 15g di miele, 50g di fette biscottate integrali con 30g di marmellata di prugne, 1 kiwi Spuntino: una spremuta d'arancia e 2 noci Pranzo: minestra di orzo (50g) e ceci (100g), 150g di insalata di finocchi e carote, 50g di pane integrale Merenda: 40g di albicocche secche, una tisana depurativa Cena: pollo con insalata verde mista, 30g di pane integrale DOMENICA Colazione: 1 yogurt greco magro (125g) con 30g di germe di grano, 15g di miele, 2 noci e 1 caffè d'orzo Spuntino: 2 kiwi Pranzo: 60g di pasta con 80g di melanzane, frittata di 2 uova alle erbe aromatiche, 150g di peperonata Merenda: 2 noci, 2 datteri, 1 tisana drenante Cena: vellutata di porri e patate (200g), gamberi al vapore (200g), 30g di pane integrale, 1 mela Come mantenere i risultati Una volta terminato il periodo della dieta e riportato ai livelli corretti il magnesio, dobbiamo passare alla fase successiva: il mantenimento. Il nostro fabbisogno giornaliero di magnesio dovrebbe essere di 300 mg, e possiamo raggiungere questa quantità con un'alimentazione varia e la presenza di frutta a guscio, legumi, mais, pesce, formaggio (grana e parmigiano) ma anche carne e verdure. Ci sono, poi, alcuni fattori che favoriscono l'assorbimento del magnesio da parte dell'intestino. Qualche esempio? Una buona presenza di alimenti proteici, insieme all'assunzione di fosforo, zinco e vitamine B1, B6, C e D, che giocano un ruolo essenziale. I fitati, invece, presenti soprattutto nei cereali integrali, legano il magnesio riducendone la disponibilità per l'organismo. Se avete intenzione di seguire una dieta di magnesio mirata ad evitare i fastidi legati alla sindrome premestruale, sarà il caso di eliminare anche grassi e zuccheri, limitare la carne rossa e i latticini. Il consiglio è quello di prediligere legumi e pesce, in grado di abbassare i livelli di estrogeni nel sangue, e di eliminare il caffè preferendo il tè verde. Di seguito vi proponiamo, inoltre, una breve tabella che riporta alcuni tra gli alimenti più ricchi di magnesio. I valori si riferiscono al contenuto di magnesio in mg per 100g di prodotto pulito. Alimenti ricchi di magnesio Crusca di frumento: 550 Mandorle dolci secche: 264 Germe di frumento: 255 Nocciole, secche: 160 Pistacchi: 158 Spinaci cotti: 80 Sardine fresche: 70 Carciofi cotti: 66 Grana: 63 Cozza o mitilo: 44 Parmigiano: 43 Zucchine scure cotte: 42 Pollo petto cotto: 40 Pecorino: 40 Provolone: 40 Fesa di tacchino cotta: 39 Polpo: 39 Gamberi freschi: 39 Ceci secchi cotti: 37 Bresaola: 34 Leggi anche La dieta per un carico di calcio  La dieta per carenza di ferro Dieta vegetariana: come sostituire la carne
CONDIVIDI
Segui Alice su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv