alice lifestyle leonardo marcopolo

Stress da lavoro? Diamo uno sguardo agli effetti che ne conseguono…

Lo stress, un problema che fa ormai da sfondo alla nostra società, viene spesso sottovalutato nei suoi effetti. Le conseguenze di un forte stress, o di uno stress reiterato nel tempo, possono essere a dir poco deleterie. Lo stress può essere causa di un’ampia gamma di malattie che colpiscono il sistema immunitario, come ad esempio  la celiachia; ma anche problemi circolatori, disturbi gastrointestinali, ipertensione arteriosa o colon irritabile. Questi sono solo alcuni degli effetti importanti più derivanti da stress.

foto stress

Lo stress, infatti, può agire anche sulla psicologia, sul nostro stato umorale e addirittura sentimentale. Un nuovo studio rivela che una persona sottoposta ad un forte stress è meno capace di provare compassione verso gli altri. Questo è il risultato di uno studio pubblicato sulla rivista Current Biology. Una ricerca in cui i ricercatori hanno somministrato a topi di laboratorio e a uomini dei farmaci in grado di bloccare i livelli di cortisolo (detto anche “ormone dello stress“) nel sangue.

Il risultato è stato sorprendente: quando i livelli di stress sono tenuti sotto controllo, siamo più presenti con le persone a noi care. In poche parole mostriamo più empatia verso di loro. Lo studio si concentra sul fenomeno noto come “contagio emotivo del dolore”, e dimostra come sia uomini che animali hanno un istinto all’empatia molto più spiccato quando i livelli di cortisolo vengono bloccati. I livelli di cortisolo possono salire e scendere durante il giorno, a seconda del fattore “stress”: quando l’organismo è sotto stress vengono rilasciati maggiori quantità di cortisolo.

foto stress

I ricercatori hanno somministrato ad alcuni studenti universitari l’ormone metyrapone, in grado di bloccare la produzione di cortisolo. I ragazzi, poi, hanno incontrato dei perfetti estranei, a cui è stato chiesto di immergere le mani in una ciotola di acqua gelata. Le reazioni dei ragazzi, alla vista di coloro che immergevano le mani nell’acqua, sono state espressioni di dolore, di disagio, e dunque molto empatiche.

Un studio di questo è tipo è molto importante per continuare a studiare i comportamenti umani, offrendo una maggior comprensione delle nostre azioni quando ci troviamo a contatto con gli altri. Possiamo quindi sostenere che il mondo sarebbe migliore se fossimo meno stressati? Su questo non possiamo metterci la mano sul fuoco, ma certo noi vivremmo molto meglio.

Share This