Ricette di Natale: i piccoli pacchi regalo
Menu di Natale: il menu per il pranzo di Natale
Poesie di Natale per bambini

Poesie di Natale per far divertirvi i vostri bambini.

Le poesie di Natale recitate dai bambini nella notte Santa sono un classico delle festività natalizie.

Ogni anno moltissimi bambini si preparano a recitare le loro poesie di Natale davanti al camino, con la loro famiglia, per allietare il grande cenone della vigilia natalizia.

Tra applausi, sorrisi e incoraggiamenti la poesia di Natale diventa un momento importante da dedicare a tutti i bambini impegnati a recitare la loro poesia.

Vi proponiamo alcune poesie di Natale dello scrittore Gianni Rodari, da insegnare ai vostri bambini per la notte di Natale.

Poesia di Natale per bambini: L'albero dei poveri

Filastrocca di Natale,
la neve è bianca come il sale,
la neve è fredda, la notte è nera
ma per i bambini è primavera:
soltanto per loro, ai piedi del letto
è fiorito un albereto.
Che strani fiori, che frutti buoni
Oggi sull'albero dei doni:
bambole d'oro, treni di latta,
orsi dal pelo come d'ovatta,
e in cima, proprio sul ramo più alto,
un cavallo che spicca il salto.
Quasi lo tocco… Ma no, ho sognato,
ed ecco, adesso, mi sono destato:
nella mia casa, accanto al mio letto
non è fiorito l'alberetto.
Ci sono soltanto i fiori del gelo
Sui vetri che mi nascondono il cielo.
L'albero die poveri sui vetri è fiorito:
io lo cancello con un dito. 

Poesia di Natale per bambini: L’abete

Chi abita sull’abete
tra i doni e le comete?
C’è un Babbo Natale
alto quanto un ditale.
Ci sono i sette nani,
gli indiani,
i marziani.
Ci ha fatto il suo nido
perfino Mignolino.
C’è posto per tutti,
per tutti, c’è un lumino
e tanta pace per chi la vuole,
per chi sa che la pace
scalda anche più del sole 

Lo zampognaro

Se comandasse lo zampognaro
Che scende per il viale,
sai che cosa direbbe
il giorno di Natale? “Voglio che in ogni casa
spunti dal pavimento
un albero fiorito
di stelle d'oro e d'argento”. Se comandasse il passero
Che sulla neve zampetta,
sai che cosa direbbe
con la voce che cinguetta?
“Voglio che i bimbi trovino,
quando il lume sarà acceso
tutti i doni sognati
più uno, per buon peso”. Se comandasse il pastore
Del presepe di cartone
Sai che legge farebbe
Firmandola col lungo bastone? “Voglio che oggi non pianga
nel mondo un solo bambino,
che abbiano lo stesso sorriso
il bianco, il moro, il giallino”. Sapete che cosa vi dico
Io che non comando niente?
Tutte queste belle cose
Accadranno facilmente; se ci diamo la mano
i miracoli si faranno
e il giorno di Natale
durerà tutto l'anno.

Leggi anche

Regali Natale: le idee regalo per un Natale coi fiocchi

Decorazioni di Natale: ghirlanda natalizia fai da te

Lavoretti di Natale: idee regalo per bambini

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Speciale Natale

Qualche idea a proposito di Natale 2014? Dove andare e cosa fare in vista delle vacanze di Natale? Noi un'idea possiamo darvela con molto piacere. Cosa fare se non brindisi a gogò durante la festa del Natale? E allora se siete indecisi su dove andare e come trascorrere il Natale 2014, il nostro consiglio è quello di immergervi nella regione dello Champagne, in particolare a Reims (Francia). Natale 2014: dove andare nello Champagne Alle porte di Reims, oltre le più celebri maison, è possibile visitare il Parco Naturale Regionale della Montagna di Reims, fra le basse colline ricoperte dai dolcissimi grappoli, seguendo uni dei cinque percorsi della Route Touristique du Champagne. Hautvillers è un piccolo borgo che sembra si sia fermato nel tempo: case color pastello circondate da stretti vicoli pittoreschi e da un oceano di vigne. Se il villaggio è conosciuto come culla dello Champagne lo deve a Dom Pérignon, che riposa nella piccola abbazia e che da qui diede avvio all’enologia moderna, mettendo a punto il metodo “champenois”. Natale 2014: cosa fare a Reims Non si può passare per Reims senza visitare la cattedrale di Notre-Dame. Qui i vetri colorati raccontano il lungo legame di Reims con il territorio e il suo prodotto d’eccellenza, lo champagne. Realizzate dai maestri vetrai della Bottega Simon, negli anni Cinquanta del secolo scorso, le vetrate furono finanziate dalle più grandi maison di Champagne e rappresentano un viaggio virtuale nel mondo di questo nettare. Raccontano, infatti, tutte le attività legate al vino, dai lavori nel vigneto alla vendemmia, dalla fermentazione al “remuage”, riproducendo anche i villaggi della regione, ognuno riconoscibile dal nome e dalla sagoma della chiesa. Tra le curiosità, oltre a Dom Pérignon, ritratto davanti a una bilancia nel suo abito da frate, nella parte bassa della vetrata si distingue una bottiglia di Veuve Clicquot: la celebre maison aveva contribuito in modo più consistente degli altri e voleva quindi maggiore visibilità. Natale 2014: da non perdere... Le Routes touristic du Champagne sono 5 circuiti segnalati lungo oltre 500 km di percorsi fra vigneti, villaggi, castelli e abbazie. L’auto è il mezzo migliore per esplorare la regione e per visitare le cantine dei produttori, degustando i loro prodotti. Per apprezzare ancora di più le bellezze del paesaggio, si possono fare escursioni con mezzi di trasporto originali. Il Trenino delle vigne attraversa i vigneti della Montagna di Reims, da esplorare anche a piedi lungo vari sentieri. Straordinario lo spettacolo dall’acqua, con le crociere sulla Marna, o dall’aria, con un volo in mongolfiera per contemplare la distesa di vigneti a perdita d’occhio. I più avventurosi potranno provare i fuoripista in quad, in 4x4 o in elicottero. Per informazioni sui percorsi e sulle visite: www.tourisme-champagne-ardenne.com Leggi anche Capodanno 2015: cosa fare nelle metropoli I mercatini di Natale più originali Viaggi e valigia: 5 idee per il bagaglio perfetto 
CONDIVIDI

Decorazioni

Albero di Natale 2014: le idee trendy per addobbare un albero di Natale Sapere come addobbare un albero di Natale o avere le idee chiare sul colore da scegliere nel 2014 non è cosa facile. Certo, ognuno ha le sue particolari idee e preferenze per addobbare il proprio albero di Natale. Ma, almeno per una volta, non sarebbe una cattiva idea affidarsi a qualche moda del momento per dare un tocco glamour alla nostra casa. Albero di Natale: addobbare con i festoni Se i fili e festoni dorati o argentati non hanno mai catturato la vostra simpatia, non li sottovalutate. Potrebbero esservi utili non solo per abbellire l'albero di Natale, ma anche per coprire eventuali buchi lasciati da rami mancanti. Iniziate con lo scegliere i colori da utilizzare. Il consiglio per un albero di Natale davvero glamour ma sofisticato? Puntate sulle tonalità del cremisi, del rosa pallido, del grigio antracite e del crema avorio. Questi colori serviranno a dare profondità e originalità al vostro albero di Natale 2014. Albero di Natale: i punti luce Che albero di Natale sarebbe senza punti luce a gogò? Una volta sistemate le luci sull'albero (prima regola da seguire), passate ai festoni e, poi, a decorazioni che diano luce e splendore all'albero di Natale. Potreste usare uno dei simboli insostituibili su un albero di Natale: i fiocchi di neve. Semplici da trovare nei migliori negozi natalizi, i fiocchi di neve possono essere in vetro soffiato, in cristallo, in plastica dura o, perché no, ricamati all'uncinetto. Se, invece, i fiocchi di neve non sono le decorazioni che fanno per il vostro albero di Natale, potete sempre optare per perline bianche o grige antracite da sistemare sulle punte dei rami. Senza contare i più classici fiocchi glitterati e i lucentissimi strass. Albero di Natale: il vecchio e il nuovo Capita sempre più spesso di seguire la moda del momento o di essere stanchi delle solite decorazioni natalizie. Ma non potendo cambiare, ogni anno, look al vostro albero di Natale provate a mixare alcune vecchie decorazioni con accessori nuovi. Conservate le decorazioni più particolari come gli uccellini o i gufetti (tanto di moda nel 2014) che potete sistemare sulla punta dei rami. Albero di Natale: le decorazioni di stoffa Siete amanti del vintage o delle stoffe d'epoca? E allora non potete che optare per un albero di Natale decorato con animaletti di stoffa come renne, funghetti o mini guantini colorati. Sembra che le decorazioni realizzate in cotone, feltro o lana vadano per la maggiore nel 2014. Se, poi, amate anche l'arte del fai da te vi consigliamo di preparare dei deliziosi pon pon di lana da decorare con nastrini colorati, su cui scrivere magari il nome di amici o parenti. Guardate qui come realizzare dei graziosi pon pon di lana... Unico consiglio: fate attenzione alle luci che scegliete e cercate di non posizionare le decorazioni di stoffa troppo vicine al filo di luci. In questo modo scanserete il rischio di trascorrere un Natale un po' troppo "fiammante". Ecco qualcosa molto utile da sapere sulle luci di Natale... Leggi anche Decorare l'albero di Natale con la pasta di sale Lavoretti di Natale per bambini Come addobbare un albero di Natale
CONDIVIDI

Speciale Natale

Capodanno 2015: cosa fare e dove andare nelle grandi metropoli? Anche quest'anno ci stiamo preparando a festeggiare Capodanno 2015 nel  migliore dei modi. C'è chi preferisce trascorrere un Capodanno innevato o chi ama crogiolarsi tra sabbie bianche e temperature calde. Se, invece, volete unire l'utile al dilettevole cogliete l'occasione di Capodanno per fare un bel giro in una delle più affascinanti metropoli internazionali e non. Vi diamo, di seguito, qualche idea per celebrare al meglio Capodanno 2015. Capodanno 2015: cosa fare a Roma La città eterna continua ad avere un fascino accattivante non solo per i turisti ma anche per gli italiani che amano divertimento e cultura. Roma affronta Capodanno a colpi di gusto e lirica. Oltre ai più tradizionali mercatini di Natale del centro storico (piazza Re di Roma o piazza Navona), la Capitale sfodera numerosi nuovi locali. Qualche esempio? Il Brad, che offre carbonara al tartufo e baccalà pop-corn, tanto per citare due piatti. Se avete voglia di pesce fresco, non potete mancare l'appuntamento con Acqua Salata Fish&Lounge: dai gamberi al pesce freschissimo passando per le ostriche. Da provare anche le polpette di pesce e gli spaghetti telline e galletti: davvero ottimi. Cosa fare, invece, se si ha tempo solo per un aperitivo? Fate una passeggiata fino all'Hotel Adriano: all'interno vi aspettano sorprese a non finire. Capodanno 2015: cosa fare a Milano Festeggiare Capodanno nella Milano storica? Godete appieno delle bellezze milanesi alloggiando nello storico Hotel Manin, quattro stelle rimesso a nuovo. Impagabile la posizione, sui Giardini Indro Montanelli, a due passi dal Quadrilatero della Moda. Un'atmosfera ricercata e sognante potete trovarla negli spazi di LaFlavia Four Rooms, B&B di design dalle dimensioni familiari. Dove farsi belli prima della serata di Capodanno? Da The Space, nuovo hair & beauty store che ospita anche eventi e shooting fotografici. Se amate le atmosfere tipiche natalizie, non perdete le oltre 400 bancarelle della tradizionale fiera degli Oh bej! Oh bej!; oppure il mercatino di Natale e dell'artigianato artistico in piazza Argentina, come anche i mercatini lungo corso Europa, fino a San Babila. Capodanno 2015: cosa fare a Londra Non lasciatevi scappare l'opportunità di fare un po' di shopping natalizio tra le street della City, che si rivela sempre un'ottima scelta. Iniziate da Fenwick e Fortnum & Mason, che offrono un'eclettica selezione delle creazioni di Nicholas King (bracciali di resina colati a mano con inserti gioiello) o di Lionette (per un look più scultoreo con l'uso di cristalli e opali). Per chi preferisce le boutique ai grandi magazzini, si consiglia Maggie Owen, dove troverete le creazioni del francese Philippe Ferrandis. Per i più tradizionalisti, niente di più natalizio o romantico che coprirsi bene e andare a pattinare sul ghiaccio in coppia, con gli amici o con i figli. L'esperienza è sempre magica e suggestiva. Le piste più belle? Queens, il cortile del Natural History Museum, Winter Wonderland, Somerset House, la Tower of London e il London Eye. Capodanno 2015: cosa fare a New York New York, un grande classico, ma sempre attuale anche a Capodanno, che sa rinnovarsi e sorprendere anno dopo anno. Trascorrendo Capodanno e, più in generale, le festività natalizie a New York non si sbaglia mai. A cominciare dallo shopping: Barney's, Century 21, Abercrombie & Fitch, Macy's, Tiffany o alle nuove aperture trendy come la boutique di gioielli e accessori su Madison Avenue targata Kara Ross. Se, oltre ai brand più noti, cercate qualcosa di più tradizionale, immergetevi negli stand e nelle idee regalo esposte a Central Park: specialità gastronomiche e novità "made in Usa" che vi conquisteranno. Lasciatevi catturare dalle metropoli più belle del mondo e vivete un Capodanno all'insegna di arte, cultura e shopping. D'inverno le metropoli sono a dir poco incantevoli. Leggi anche La calza della Befana fai da te Capodanno: il make up delle feste Capodanno: come arredare la tavola e la casa
CONDIVIDI
Segui Alice su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv