alice lifestyle leonardo marcopolo

Parigi val bene una mostra. Anzi due. La più importante sarà al Grand Palais: dal 22 settembre fino al 24 gennaio, si potranno ammirare più di 200 capolavori realizzati da Monet in oltre 60 anni di attività, provenienti da musei francesi e collezioni straniere. Attesi più di 400.000 visitatori per quella che sarà la prima grande retrospettiva su Monet dopo oltre 30 anni. L’esposizione ripercorre la vita dell’artista attraverso le sue opere, dalle prime che vedono protagoniste la Senna e Parigi, a quelle degli anni Ottanta dedicate alla Normandia. L’intento è quello di presentare nel complesso la produzione di Monet, dalle opere celebri a quelle meno note. Al prezzo di 18 euro si potrà inoltre accedere al museo dell’Orangerie che ospita un ciclo delle Ninfee di Monet e diverse opere impressioniste e post-impressioniste (da Matisse a Renoir). Si oppone all’Impressionismo e a Monet, l’artista in mostra al museo d’Orsay.

 

Dal 15 ottobre al 23 gennaio, le sale del museo ospiteranno l’arte dotta e allo stesso tempo popolare di Jean-Léon Gérôme, uno dei grandi creatori di immagini del XIX secolo, molto amato dai collezionisti americani. Gérôme fu un fervido sostenitore del Neoclassicismo francese, dipingendo raffinate tele che parlano di un glorioso passato, di miti riletti e dell’incanto suscitato dal vicino Oriente. Un’occasione per conoscere, o riscoprire, un artista che si oppose allo sterile accademismo pur nel rispetto della forma.

 

Parigi contemporanea

Finito il salto nel passato, tornate al futuro Al Musée d’Art Moderne de la Ville dove, dal 15 ottobre al 30 gennaio, si celebrano i 50 anni dalla nascita di Jean-Michel Basquiat.  In collaborazione con la Fondazione Beyeler di Basilea, in mostra ci saranno circa un centinaio di dipinti, opere su carta e oggetti in grado di fornire una panoramica complessiva sul percorso dell’artista afroamericano, grande amico di Andy Warhol.  

 

Dove dormire 

Hôtel des Académies et des Arts

A 200 metri dai Giardini del Lussemburgo, nel quartiere di Montparnasse, frequentato da Picasso, Chagall e Modigliani, davanti all’Académie de la Grande Chaumière di Gauguin e Giacometti, l’Hôtel des Académies et des Arts è un boutique hotel dedicato alla creazione artistica con sculture e filmati proiettati nella sala video. Camere da 189 euro.

15 Rue de la Grande Chaumiere | tel. +33 01 43 26 66 44

www.hotel-des-academies.com

 

 

Dove mangiare

Georges

Si trova all’ultimo piano del rinomato centro di sperimentazione per l’arte moderna e contemporanea George Pompidou. Da qui, circondati da elementi futuristici e di design, si gode di una splendida vista sulla città.

Place Georges Pompidou | tel. +33 01 44 78 47 99

www.centrepompidou.fr

 

Shopping

Le Viaduc des Arts

Sotto le arcate di un’antica linea ferroviaria, troverete negozi e gallerie dove circa 50 artisti e artigiani vendono le loro creazioni realizzate in legno, vetro, rame, ferro e pelle. Durante l’anno si svolgono anche diversi eventi e mostre.

Avenue Daumesnil 

www.viaducdesarts.fr

Share This