Cioccolato Bernardi, l’offerta su Bottega Italiana
Come scegliere l’albero di Natale? Ecco i consigli giusti!
Palle di Natale patchwork, come realizzarle

Ed è tornato anche quest'anno il periodo delle decorazioni di Natale... Ogni anno tiriamo fuori dalla cantina i vecchi addobbi e ogni anno vorremmo ravvivarli però con qualcosa di nuovo... Perchè non creare noi stessi delle palle di Natale, allora?

Un'idea originale è quella di decorazioni natalizie realizzate con la tecnica del patchwork, una tecnica molto antica che già le nostre nonne usavano per riciclare gli avanzi di tessuto, per riparare o creare nuovi oggetti.

La riuscita di queste decorazioni, spesso, dipende dalla scelta dei tessuti, più o meno ricchi e scintillanti, che possono essere impreziositi dall’utilizzo di paillettes, perle, fili dorati e quant'altro. Pronti a realizzare le nostre palle di Natale patchwork? Allora diamoci da fare e vediamo cosa ci occorre.

Palle di Natale patchwork: cosa ci occorre

  • Palline di polistirolo (ne esistono di diverse misure)
  • Tessuti di vari colori
  • Spilli per patchwork (sono più corti di quelli utilizzati in sartoria ed esistono di color oro o argento)
  • Passamaneria
  • Paillettes
  • Perline
  • Taglierino
  • Pennarello
  • Colla a caldo

Palle di Natale patchwork: come realizzarle

  • Con il pennarello si disegnano dei tratti sulla palla di polistirolo che saranno poi incisi con il taglierino.
  • Tagliare dei pezzi di stoffa e posizionarli sulla palla e con l’aiuto di una limetta per le unghie, infilare nelle incisioni, che non devono essere troppo profonde, la stoffa eccedente.
  • Ripetere questa operazione su tutta la palla, magari alternando stoffe di diversi colori.
  • Sui tagli che abbiamo formato, posizionare della passamaneria che fermeremo con l’aiuto di un po’ di colla a caldo (non eccedere nell’utilizzo per non farla fuoriuscire).
  • Sempre con la passamaneria, formare un anello sull’estremità superiore e fermarla con una goccia di colla al caldo e con uno spillo per il patchwork. Servirà per appendere la palla all’albero di Natale.
  • Con le paillettes e le perline, fissandole con gli spilli per patchwork, si possono decorare le palle per renderle ancor più scintillanti.

Palle di Natale patchwork: tecnica a "carciofo"

Un’altra tecnica che con la quale si possono creare decorazioni natalizie e rivestire le palle di natale è la cosiddetta tecnica a “carciofo”.

  • Si tagliano dei quadrati di stoffa di colori diversi. Si ripiegano su se stessi in modo da formare un triangolo e partendo dall’alto della palla, si fissano al polistirolo con gli spilli per il patchwork (sull’angolo superiore si può posizionare una paillette per impreziosire la decorazione).
  • Quando si inizia il secondo giro, bisogna fare attenzione ad alternare i colori cercando di non formare delle file dello stesso colore.
  • Una volta ricoperta tutta la base di polistirolo, sull’estremità inferiore posizionare il quadratino di stoffa aperto.
  • Sull’estremità superiore formare un anello con la passamaneria e fissarlo con un poco di colla a caldo.
  • Anche questa decorazione può essere impreziosita con dei fiocchi di passamaneria.
Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Consigli

Ammorbidenti naturali fai da te: la soluzione bio Ammorbidenti, detersivi per i pavimenti e detergenti più in generale, a volte, possono contenere sostanze dannose per l'organismo. Non sono pochi gli studi che hanno riscontrato, in alcuni detergenti, una presenza di formaldeide (Metanale): irritante, allergenico e soprattutto cancerogeno. Inoltre, vari detersivi e ammorbidenti emettono composti organici volatili (COV), preoccupanti a causa delle emissioni e perché i COV vengono emessi anche diverse ore dopo la pulizia. Senza contare che diversi detergenti per la casa hanno un impatto deleterio sull'ambiente. Un esempio? I fosfati, contenuti ancora in molti detersivi, sono responsabili delle maree verdi che soffocano laghi e fiumi. Perché allora non provare ad usare delle alternative ecologiche fai da te? Vediamone qualcuna... Ammorbidenti naturali: l'aceto L'aceto è un efficace sostituto degli ammorbidenti in commercio. Questo perché l'aceto di vino bianco ha una carica positiva che, scontrandosi con la negativa che rimane sulle fibre, la annulla. Essendo acido, l'aceto non va mai versato nella vaschetta insieme al detersivo che, per sua natura è alcalino. Ne annullerebbe l'effetto. Il consiglio è di versare l'aceto nella vaschetta dell'ammorbidente, per entrare in circolo durante il risciacquo. L'aceto è un potente anticalcare naturale e favorisce la degradazione di enzimi e residui di detersivi, contribuendo ad eliminare la potenziale carica allergenica rimasta nei tessuti. Vi sembrerà strano ma l'aceto non lascia odore sul bucato. Potete sempre aggiungere delle gocce di olio essenziale agli agrumi o alla lavanda per un piacevole profumo di pulito. Ammorbidenti naturali: il bicarbonato L'ammorbidente preparato con il bicarbonato renderà il vostro bucato morbidissimo. Inoltre, il bicarbonato aiuta a fissare i colori, soprattutto sugli indumenti scuri, profuma ed è utile per la lavatrice poiché aiuta a rimuovere i residui di calcare e sapone. Dal momento che il bicarbonato è privo di sostanze chimiche (aggressive sulla pelle), è particolarmente indicato per lavare i vestiti di soggetti allergici e dei bambini. Ammorbidenti naturali: il limone Il succo di limone è ricco di acido citrico che, grazie alla sua azione anticalcare, è in grado di catturare il calcio contenuto nell'acqua, fungendo da ottimo ammorbidente naturale. L'acido citrico, poi, favorisce la degradazione di enzimi e residui dei detersivi, contribuendo ad eliminare il loro potere allergenico. Per di più il succo di limone rende i panni non solo più morbidi al tatto, ma anche più facili da stirare. Ammorbidenti naturali: il percarbonato Per garantire igiene e smacchiare in maniera più efficace, potete aggiungere al detersivo un cucchiaio scarso di percarbonato di sodio. Il percarbonato è l'alternativa consigliata al perborato: libera ossigeno e anidride carbonica senza avere effetti sull'uomo e sull'ambiente. Il percarbonato inizia ad agire già a 30 gradi per raggiungere la sua miglior azione a 50 gradi. Un altro trucco per igienizzare con il percarbonato? Fermate la lavatrice quando è bella calda e lasciate agire più a lungo l'ossigeno attivo. Ma ricordate una cosa molto importante: il  percarbonato va utilizzato soltanto per i capi bianchi o colori resistenti, perché potrebbe far sbiadire i colori. Leggi anche Come pulire casa con il limone Come pulire l'acciaio per farlo brillare I rimedi naturali: latte detergente fai da  te  
CONDIVIDI

Fai da te

Avete già iniziato a preparare le decorazioni di Halloween? E allora non potete perdere le nostre idee fai da te per realizzare delle simpatiche e "mostruose" decorazioni per la festa di Halloween. Maschere spaventose, zucche illuminate e dolcetti vari sono i protagonisti assoluti della festa più stregata dell'anno. Ed è proprio a tal proposito che vi consigliamo di realizzare, magari insieme ai vostri bambini, delle decorazioni a tema per arricchire gli ambienti di casa ed entrare appieno nel vivo di Halloween. Decorazioni di Halloween: barattoli stregati Non c'è niente di più comune e al tempo stesso prezioso dei barattoli di Halloween illuminati. Per la festa di Halloween candele, garze e occhi finti di plastica non possono mancare. Non è difficile, poi, realizzare delle decorazioni con questi oggetti comuni. Come fare? Semplice. Munitevi di colla a caldo e iniziate, partendo dalla base del barattolo, ad incollare la garza sul barattolo trasparente. Procedete, dunque, dal basso verso l'alto in maniera disomogenea, cercando di coprire l'intero barattolo. Ricordate, se preferite, di lasciare uno spazio vuoto dove incollare gli occhi. Se non siete soddisfatti dei barattoli, le "mummie di Halloween" sono anche fattibili in versione mandarino. Decorazioni di Halloween: scale illuminate Se avete un giardino e, in particolare, delle scale non potete non arricchirle con zucche stregate illuminate o piccoli fantasmi appesi sulla ringhiera. Per costruire una zucca di Halloween c'è bisogno di grande fantasia ma, soprattutto, degli strumenti giusti. Ecco tutti i trucchetti e le informazioni per costruire una zucca stregata. Se, invece, sono i fantasmi la vostra passione, le decorazioni da realizzare richiederanno molto meno tempo. Vi basta prendere un pezzo di stoffa bianca, magari da tagliare delle dimensioni che preferite da un vecchio lenzuolo, e un palloncino gonfiabile. Bucate al centro il quadrato di stoffa e fatevi passare attraverso il nodo del palloncino. Dopodiché legatelo con uno spago et voilà. Il fantasma di Halloween è pronto per essere appeso ad un albero o all'entrata di casa. Decorazioni di Halloween: l'albero di pipistrelli Ecco un'idea entusiasmante per tutti i bambini: l'albero di pipistrelli. Allo stesso modo in cui decoriamo l'albero di Natale o l'albero di Pasqua, anche per Halloween c'è la possibilità di decorare un piccolo albero da sistemare in casa, magari in salotto. Realizzare un albero di Halloween è davvero molto semplice e, perché no, divertente. Tutto quello che vi occorre è un ramo d'albero secco da sistemare in un vaso, del cartoncino nero, forbici e spago. Disegnate sul cartoncino la sagoma di un pipistrello e copiatela sul resto del foglio. Ora non vi resta che ritagliarla, piegare leggermente le ali del vostro pipistrello e fare un piccolo foro sulla testa della sagoma. Fatevi passare lo spago attraverso, fissatelo con un nodo e attaccatelo al vostro ramo. Leggi anche Costruisci la tua zucca di Halloween Come mi trucco nella notte di Halloween? Decorazioni di Halloween fai da te    
CONDIVIDI

Bellezza

Perché ci riduciamo a spendere tempo e soldi alla ricerca di uno scrub per viso e corpo che sia davvero efficace? A volte, la soluzione è portata di mano. O meglio, di cucina. Non ci credete? Provate a preparare con noi questo utilissimo scrub viso e corpo fai da te allo yogurt e semolino. Lo yogurt, come molti altri prodotti biologici, è ricco di fermenti lattici attivi, microrganismi benefici per la microflora. Aiutano, infatti, a prevenire la comparsa di batteri, virus e funghi. Non dimentichiamo, poi, che uno scrub viso e corpo preparato con lo yogurt è ideale anche per garantire la morbidezza della pelle, che molti scrub lasciano piuttosto secca. Vedrete, non riuscirete a credere ai risultati. Ecco cosa ci occorre per realizzare un perfetto scrub viso e corpo fai da te allo yogurt. Scrub viso e corpo: ingredienti Semolino bianco o integrale: 3 cucchiai Yogurt fresco: 2 cucchiai Cannella o zenzero in polvere: 1 cucchiaino Scrub viso e corpo: preparazione Prendete una ciotola piuttosto ampia e mettete insieme tutti gli ingredienti. Iniziate con il semolino e la cannella (o zenzero), mescolate e aggiungete lo yogurt amalgamando per bene il tutto. Usate lo scrub viso corpo prima di fare la doccia o il bagno, insistendo sulle zone ruvide come gomiti, ginocchia e talloni. Sciacquate abbondantemente con acqua tiepida. Questo scrub viso e corpo fai da te è un trattamento levigante ed emolliente, che lascia la pelle liscia e pulita in profondità. Potete conservare lo scrub in frigorifero per 7 o 8 giorni. Leggi anche Maschera viso fai da te antirughe Detergente al miele e yogurt fai da te Maschera viso fai da te contro i pori dilatati
CONDIVIDI
Segui Alice su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv