alice lifestyle leonardo marcopolo

Di seguito tutte le informazioni utili sui beni di prima necessità, di cui le popolazioni colpite dal sisma hanno estremo bisogno.

DONAZIONI – Con un semplice Sms si possono donare 2 euro al numero 45500 gestito dalla Protezione civile nazionale e dalla Regione, mentre per donazioni più sostanziose diversi conti correnti sono stati aperti appositamente per gestire l’emergenza terremoto. Si può fare un versamento sul c/c postale 367409 intestato alla Regione Emilia Romagna (Presidente della giunta regionale – Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna) oppure un bonifico bancario sul conto intestato sempre alla Regione Emilia Romagna presso Unicredit banca Spa (Iban IT42I0200802450000003010203) oppure ancora un versamento diretto presso tutte le Agenzie.

Unicredit sul conto di Tesoreria 1 abbinato al codice finale 3182. Tra le tante inziative di raccolta fondi per i terremotati c’è anche “Un aiuto subito” di Corriere della Sera e Tg La7. I versamenti vanno effettuati al conto corrente IT73L0306905061 100000000671 presso Banca Intesa Sanpaolo, viale Lina Cavalieri, 236 – 00139 Roma.

PUNTI DI RACCOLTA PER LA DONAZIONE DI BENI: DOVE SONO?
Per chi si trovasse nella provincia di Modena (in particolare nei comuni di: Carpi, Sassuolo, Mirandola, Vigliola, Castelnuovo Rangone) e volesse sapere dove portare fisicamente i beni che intende donare: in ognuno dei comuni citati e’ stato organizzato un punto di raccolta. sul sito www.terremoto.VOLONTARIAMO.com è possibile trovare  l’elenco dettagliato degli indirizzi

BENI DI PRIMA NECESSITÀ – In tutta Italia centinaia di associazioni di volontariato stanno organizzando raccolte di beni di prima necessità da inviare ai campi di accoglienza e alle famiglie sfollate. Richiesti in particolare generi alimentari non deperibili, scatolame a lunga conservazione, acqua, materiali di uso quotidiano come lenzuola e vestiti (non usati), sacchi a pelo, pannolini, posate di plastica e prodotti per l’igiene intima.

Per partecipare ci si può rivolgere alle associazioni presenti sul proprio territorio.

L’importante è che le raccolte avvengano tramite associazioni o comitati in contatto con la Protezione civile e non su iniziativa spontanea di singoli cittadini. Il collegamento con la Protezione civile è necessario per dare una certa garanzia di attendibilità a chi riceve i prodotti e perché l’invio di beni “sciolti” rischia, se non inserito all’interno di un’associazione già organizzata, di ostacolare anziché agevolare l’assistenza sul posto.

EMERGENZA ANIMALI DOMESTICI (DELLE FAMIGLIE TERREMOTATE) – Le famiglie, proprietarie di animali domestici, sfollate nei campi della protezione civile hanno il problema di dove alloggiare i propri amici a 4 zampe durante questo periodo (tra l’altro molti cani e gatti domestici sono fuggiti quando si sono verificate le prime scosse e non sono più tornati a casa).

IL CENTRO FAUNA IL PETTIROSSO DI MODENA si offre di accogliere cani e gatti di padroni sfollati e chiede aiuti per cui basta contattare i numeri 339.8183676, 339.8183339, 339.3535192 o scrivere a [email protected] per ricevere maggiori informazioni.

CENTRO TUTELA E RICERCA FA UNA ESOTICA E SELVATICA Monte Adone (Sasso Marconi). Sito: www.centrotutelafauna.org      

C’È BISOGNO DI ANTIPARASSITARI E FARMACI – A Cavezzo stalle pericolante 150 mucche da latte non sanno dove metterle (danno economico e per gli animali)  – Bisogno di strutture per ospitare mucche

TERREMOTO EMILIA: ANIMALI ABBANDONATI – Il terremoto non ha risparmiato nemmeno gli animali esotici, di cui purtroppo si parla sempre meno rispetto a cani e gatti: tanti conigli, porcellini d’india, criceti verranno ceduti o sono stati abbandonati dalle famiglie colpite dal sisma in Emilia.

Ad allertare è AAE Onlus – Associazione Animali Esotici –  che chiarisce: “Nel frattempo c’è stato un recupero di 20 porcellini d’india a Roma, dove non abbiamo più a disposizione affidatari disposti ad accoglierli. Vi ricordiamo che AAE è un’associazione di volontari senza sede, che conta sulla disponibilità degli affidatari privati.

Chiediamo a tutti voi di pensare a queste piccole vite, offrendo loro ospitalità temporanea (pochi metri quadri per i conigli, anche solo una gabbietta per le cavie e i criceti) o un’adozione definitiva, per salvarli dall’abbandono. Possiamo organizzare staffette per raggiungere tutta Italia. Se non potete aiutarci direttamente, fate girare per favore questo appello, ve ne saremo grati!”

Per disponibilità di affido o adozione sono attive queste email:[email protected]; [email protected]

NON SEMPRE SERVE MANDARE CIBO O INDUMENTI – per avere informazioni aggiornate in tempo reale sulle reali necessita’ nelle localita’ colpite dal terremoto, si può consultare il sito www.terremoto.VOLONTARIAMO.com

E’ IMPORTANTE  SAPERE che grazie alla generosità dei cittadini, le attuali disponibilità dei magazzini sono sufficienti per questa fase, non sono urgenti le donazioni di pane e di indumenti. Siccome questi prodotti saranno necessari anche nei mesi a venire invitiamo i cittadini a rinviare la donazione alle settimane successive, facendo attenzione alle richieste pubblicate anche su questo sito. In questo modo sarà garantita continuità nell’approvvigionamento e nella assistenza alle popolazioni colpite dalla tragedia.

SI CERCANO 1-2 CAMPER – Il centro servizi per il volontariato di Modena per ospitare famiglie in difficoltà. Si cercano 1 – 2 camper, funzionanti e possibilmente in buone condizioni. Chi potesse soddisfare questa richiesta può segnalarsi chiamando il nr. 059 212003 (centro servizi per il volontariato di Modena).

PER CHI SI TROVA A ROMA – l’ associazione culturale Roma Nord  sta raccogliendo acqua minerale da portare sulle zone colpite dal terremoto. Il numero di telefono è 366-4728112. La raccolta avrà luogo:

SABATO 9 GIUGNO MATTINA
Presso l’Agorà via giuseppe allievo (altezza numero 37) ore 10-13
Presso il Pim (Via trionfale angolo via cortina d’ampezzo ore 10-13)
Presso il Carrerfour  (Via cortina d’ampezzo 375 ore 10-13)
Presso il Maxi Sidis (Via clauzzetto 9  – zona labaro –  ore 10-13)
Presso lo Sma   (via cassia 865 ore 10-13)

POMERIGGIO
Sma Piazza della Balduina 110 ore 16-19 (zona Balduina)

DIVENTARE VOLONTARIO – Al momento le operazioni di gestione delle emergenze sono effettuate da personale e volontari della Protezione civile, già addestrati per gestire i soccorsi e portare aiuto alla popolazione. Iniziative individuali e non controllate in questo momento rischierebbero di creare problemi logistici e di sicurezza. Se si vuole però dare la propria disponibilità ad andare sul posto per partecipare attivamente alla fase di ricostruzione si può compilare questo modulo che verrà inserito in una banca dati da consultare nella fase successiva a quella di emergenza.

Share This