alice lifestyle leonardo marcopolo

Che i bambini non amino molto la verdura è cosa nota, ma perché  non proviamo a rendergliela un po’ meno odiosa? Un ortaggio come il cavolfiore, ad esempio, oltre ad essere un alimento preziosissimo per il contenuto di acido folico, vitamine e potassio, può facilmente stimolare la loro fantasia… basta solo farglielo conoscere un po’ più da vicino.

Tagliandolo nel senso della lunghezza e intingendolo nell’inchiostro, ad esempio, si può usare come stampino per disegnare tanti alberelli colorati.

Questa invece è una ricetta invitante che potete proporre per rendere un po’ più accattivante il cavolfiore ai vostri bambini.

 

Gallette di cavolfiore

1 kg cimette di cavolfiore lessate
300 g patate lesse
60 g latte
40 g cipolla
20 g parmigiano
2 uova
sale
olio
50 g burro

E ci servirà anche della mollica di pane bagnata nell’aceto da mettere nell’acqua di cottura del cavolfiore, affinché non puzzi troppo!

Come si preparano:

Per prima cosa bisogna lessare le patate e le cimette di cavolfiore…
A parte sbattete le uova con il latte, il parmigiano e il sale. Quando il cavolfiore e le patate saranno cotte, schiacciatele bene bene.
Tritate la cipolla e fateci cuocere le cimette di cavolfiore schiacciate per circa 5 minuti.
A questo punto, incorporate il cavolfiore cotto nella cipolla con le patate lesse e con il composto di uova, parmigiano e sale precedentemente preparato, amalgamando il tutto.
Una volta che il composto è pronto, con un cucchiaio si ricavano 16 mucchietti che si dovranno lasciar raffreddare. Quando poi sarà raffreddato e solidificato, basta passare il tutto nella farina e formare delle gallette, da friggere poi in olio o burro.

Ricapitolando: il cavolfiore non è solo bello come un fiore, può servire a disegnare degli alberi, è ricco di fibre, segue una sequenza matematica… ed è anche molto molto buono!

Share This