alice lifestyle leonardo marcopolo

Il neonato è alle prese con le prime esperienze del mondo, i suoi sensi si stanno sviluppando. In questa prima fase, il gioco serve soprattutto a trasmettere serenità a fiducia, ma è anche un modo per sviluppare la muscolatura e le capacità sensoriali del bebè. Il tutto con calma, concedendogli molte pause e seguendo quelli che capiamo essere i suoi ritmi.

Le tappe:
– assimila informazioni sul proprio mondo in ogni attimo in cui è sveglio.
– il suo divertimento preferito è guardare il vostro viso., presto vi sorriderà.
– il suo sguardo si concentra anche su oggetti in movimento, ad esempio in gioco appeso.
– le relazioni sono la chiave di tutto, il neonato vi vede come un’estensione di sé e ama avervi sempre vicino.

Primi piccoli giochi da fare insieme

Calmiamoli con il cuore
I neonati si tranquillizzano ascoltando il battito del cuore che erano abituati a sentire nella pancia della mamma. Adagiate spesso il bambino sul petto e lasciategli ascoltare il ritmo del vostro cuore. Oppure sedete su una sedia e appoggiate la sua testolina sul lato sinistro. Noterete come i battiti del vostro cuore lo calmeranno.

Uno sgurado e un sorriso
Guardatelo negli occhi: il contatto visivo fa sentire il bambino al sicuro e gli insegna a comunicare senza parole. E sorridetegli spesso, perché basta quaesto piccolo gesto a farlo sentire amato e a infondergli benessere.

Guardiamoci allo specchio
I neonati sono molto attratti dai visi della mamma, del papà e degli altri bambini. Lasciate che si guardi allo specchio allora. Non sarà in grado di riconoscersi prima dei 12-15 mesi, ma sicuramente ciò che vedrà lo divertirà molto.

Sdraiamoci sotto un albero
In una bella giornata di sole, approfittate per andare in un parco e restare qualche minuto sdraiati con il vostro bambino sotto la chioma di un bell’albero: potrete osservare i giochi di luce e ombre, sentire la brezza sulla pelle e ascoltare il lieve fruscio delle foglie.

Indossate il vostro bebè
Di sicuro la posizione che preferiscono è a contatto con il vostro corpo, perché è quella che meglio riproduce la condizione in cui hanno vissuto per nove mesi. Assecondate questo suo bisogno portandolo nel marsupio, per fare una passeggiata o anche solo per compiere più comodamente dei gesti quotidiani in casa. Questa posizione tra l’altro lo aiuta a rinforzare in modo naturale i muscoli del collo e della schiena e a sviluppare i muscoli che gli saranno necessare per stare seduto.

Giochi per tutte le età

Leggi anche

Bambini in movimento: sport e infanzia

Spa per mamme e bambini

Design per bambini

Share This