alice lifestyle leonardo marcopolo

Mettete in valigia creme solari, costumi e pareo e iniziate ad organizzare la vostra estate 2015. Avete già deciso dove andare e cosa fare questa estate? Perché noi un’idea ce l’avremmo: le isole.

Non c’è niente di meglio di isole affascinanti, ricche di storia e naturalmente con un mare d’incanto per trascorrere un’estate al top, tra relax, storia ed escursioni.

Ma per isole non intendiamo le solite località invase da migliaia di turisti in cerca di un angolino di spiaggia. Altrimenti che relax sarebbe? Il consiglio che vi diamo è di trascorrere la vacanza su una piccola isola, in cui fuggire dallo stress ma senza spostarsi troppo da casa.
Di seguito qualche suggerimento su quali isole scegliere per questa estate 2015.

Estate 2015: dove andare e cosa fare a Filicudi

foto estate: isola filicudi

Filicudi è la più selvaggia delle Eolie, il posto giusto per una vacanza fuori dal mondo. Le due spiagge di Porto e Pecorini sono senz’altro le più frequentate, ma quella di Capo Graziano è da visitare con le sue moltissime calette dove rifugiarsi in pace.

Il consiglio è di girare l’isola di Filicudi via mare: in barca o in canoa, con cui poter passare sotto lo stretto Arco del Perciato, un rito tradizionale per ammirare le imponenti rocce e le pareti dell’arco che si immergono fino a 15 metri di profondità.

Ma l’isola è meravigliosa anche via terra, e sicuramente da non lasciarsi sfuggire è il villaggio dello Zucco Grande, alla Valle di Chiesa, un borgo che sorge sui resti di una gigantesca esplosione vulcanica; da non perdere neanche il villaggio neolitico di Capo Graziano, dove ammirare l’ara sacrificale e i resti del villaggio preistorico di “case lopes”.

Estate 2015: dove andare e cosa fare ad Alicudi

OSCAR INSPIRED RED CARPET DRESSES

Ad Alicudi trionfano le mulattiere, dove ancora oggi gli asinelli trasportano valigie e carichi pesanti. Dominata dal Filo dell’Arpa, raggiungibile con 700 gradini immersi tra ulivi, capperi e viti, l’isola è abitata solo sul versante meridionale e conta meno di 100 residenti. Le spiagge (quelle raggiungibili da terra) si concentrano tutte intorno alla zona abitata del porto.

Imperdibile, poi, lo Scoglio Galera, dove la montagna scende a picco sul mare. Lo scoglio è il posto più amato dagli appassionati di snorkeling, perché presenta una fauna ricchissima. Mettete in conto anche una visita alla Grotta della Palumba, al Timpone delle Femmine, e alla punta dello Scario Vecchio, ex approdo di Alicudi.

Estate 2015: dove andare e cosa fare a Procida

foto isola di procida

Siamo in Campania, a Procida, un posto perfetto dove trascorrere una vacanza sulle orme del film Il postino, dove Massimo Troisi consegnava le lettere a Pablo Neruda. La bellezza di Procida si palesa ancor più dalla Terra Murata, l’antico insediamento difensivo sul promontorio: sul picco svetta il Palazzo d’Avalos, residenza della famiglia che governò l’isola fino al XVIII secolo. Da questa altezza si ammirano le tre marine: Corricella, Marina Grande e Chiaiolella.

Le atmosfere indimenticabili dell’ultimo film con Troisi si possono rivivere alla Locanda del Postino, dove anche i sapori sono rimasti quelli di una volta: provate il coniglio alla procidana e il favoloso limoncello locale.

Estate 2015: dove andare e cosa fare a Ventotene

isola ventotene

Ventotene è un adorabile borgo dai vicoli stretti e dalle case colorate, la cui architettura fu definita da Ferdinando IV di Borbone. Ma Ventotene era considerata un luogo di fuga fin dall’epoca dei Romani, che scavarono un porto direttamente nelle pareti di tufo, al riparo dalla forza dei venti. Ed è lo stesso Eolo, il dio dei venti, che dà il nome alla Punta, uno dei luoghi più belli dell’isola, dove ancora oggi sono visibili i resti di Villa Iulia, la residenza che Augusto costruì per l’esilio di sua figlia. Da visitare la Chiesa di Santa Candida e il Castello di Ventotene.

Estate 2015: dove andare e cosa fare a Palmarola

foto isola di palmarola

Raggiungibile solo da Ponza, non lasciatevi sfuggire Palmarola, isola dell’Arcipelago Pontino che prende il nome dalle palme che crescono sul suo suolo. Si approda a Cala del Porto, dove si trovano solo la villa delle sorelle Fendi e due ristorantini in cui gustare i piatti tipici del posto. Ovviamente tutto a base di pesce.

Estate 2015: dove andare e cosa fare a Giannutri

foto isola di giannutri

C’è il Giglio, c’è l’Elba e poi c’è Giannutri, che insieme a Montecristo, Pianosa, Gorgona e Capraia (le altre piccole dell’Arcipelago Toscano), tiene alla larga il turismo di massa anche ad agosto. Un’isola di 5 chilometri di lunghezza e 500 metri di larghezza, Giannutri è un Parco Marino e i suoi fondali sono meta di escursioni subacquee, non solo per la loro bellezza naturale ma anche perché custodiscono ancora oggi relitti risalenti all’epoca romana. Cavallucci marini, gorgonie, coralli e rose di mare rendono gli scenari sottomarini molto affascinanti.

Cala Splamatoio e Cala Maestra sono le due spiagge di ciottoli, liberamente accessibili e non soggette al controllo delle autorità che proteggono il parco. Altre zone sono invece accessibili solo se accompagnati dalle guide turistiche.

Leggi anche

Estate 2015: dove andare in vacanza?

Viaggiare con i bambini: i consigli da seguire

Viaggiare con il cane: le idee pet-friendly

Share This