Dieta anti età: 5 alimenti contro l’invecchiamento
Diete dimagranti e diete veloci
A dieta dopo le feste di Natale

Il Natale, con le sue feste, i pranzi e le serate in compagnia sono sempre uno dei periodi più attesi dell’anno. Dolci e goloserie varie però sono un pericolo sempre vigile per la nostra linea. È così che perdere peso e rimettersi a dieta diventano le nostre priorità dopo Natale. Proprio per questo abbiamo pensato di darvi alcuni semplici consigli per aiutarvi a ritrovare con un’invidiabile forma fisica.

A dieta con le fibre

Una dieta senza fibre non è una vera e propria dieta! Includete nel vostro regime alimentare quotidiano cibi ricchi di fibre come i fagioli, insalate, frutta e verdura fresca, cereali integrali, avena, orzo, segale, miglio, mais, riso integrale.

Limitate zuccheri e carboidrati trattati o raffinati

Tenetevi alla larga dallo zucchero bianco, miele, sorbitolo e qualsiasi altro additivo che finisce in “osio” (maltosio, glucosio, lattosio, fruttosio). Sono gli alimenti che contengono carboidrati raffinati a portare a un aumento di peso, come pane bianco o prodotti di farina bianca, marmellate trattate, bibite e gelatine.

Variate la vostra alimentazione quotidiana

Una corretta e sana alimentazione prevede un regime alimentare vario nella tipologia degli alimenti, così da ricevere tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno, senza aggiungere particolare stress a un organismo già sotto pressione.

Limitate la quantità di bevande alcoliche

Una delle ultime novità in tema diete è che si può evitare di eliminare totalmente le bevande alcoliche. Studi recenti, infatti, hanno dimostrato che è permesso bere un massimo di due bicchieri di vino al giorno. Senza contare, poi, che un moderato consumo di vino può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, oltre a contribuire alla prevenzione di arteriosclerosi e di patologie coronariche.

Alla larga dagli additivi

Gli additivi, come del resto anche i conservanti, coloranti, emulsionanti, aromi artificiali o prodotti chimici per alimenti, sono i nemici per eccellenza di ogni dieta che si rispetti.

Sono sostanze facili da trovare nelle bevande in lattina, bottiglie, dolci e nella maggior parte dei prodotti alimentari confezionati. Leggete sempre le etichette dei prodotti che avete intenzione di comprare, e cercate di mangiare alimenti freschi, naturalmente senza (o perlomeno con pochi) grassi animali e vegetali.

Diminuite il sale nella vostra cucina

Un consumo eccessivo di sale in cucina provoca ritenzione idrica, pressione alta, problemi cardiaci e molti altri effetti nocivi per il nostro organismo. Cercate, dunque, di fare più sforzi possibili per limitarne l’assunzione nelle vostre portate.

Il fitness in prima linea

Non dimenticate di fare un regolare esercizio fisico per mantenervi in allenamento! Non è indispensabile restare chiusi in palestra troppe ore per apportare dei benefici alla nostra forma fisica. Bastano solamente 30 minuti al giorno di camminata veloce, bicicletta o jogging.

Leggi anche

A dieta con lo champagne 

Pasta Shirataki: carboidrati a zero calorie

Dimagrite in fretta ma riprendete peso? Ecco i 5 motivi

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Fai da te

L’arrivo della Befana, il 6 gennaio, è senza dubbio uno dei giorni più attesi dell’anno, ricco di regali e di calze della Befana. Sia per i grandi che per i più piccini, la classica calza della Befana è una delle sorprese più apprezzate e dolci, da condividere in famiglia o con gli amici. Non siamo costretti a fare le corse dell’ultimo minuto alla ricerca della calza più bella da far trovare sotto il camino. Eh sì, perché ci sono molti modi per realizzare una deliziosa calza della Befana. Basta munirsi di tanta fantasia e pazienza così da preparare una sorpresa originale e per tutte le tasche con cui svegliarsi la mattina del 6 gennaio. Vediamo qualche idea semplice da creare! Calza della Befana: guanti porta dolci Un’idea simpatica e divertente potrebbe essere quella di sostituire la solita calza con due guanti di lana (meglio se di un adulto), da riempire con dolci e goloserie di ogni tipo. Basterà aggiungere su un lato dei guanti un nastrino colorato, così da poter appenderli al camino o alla testiera del letto per un dolce risveglio. Calza della Befana: ritagli di stoffa e non solo… La calza della Befana può trasformarsi in uno dei divertenti lavoretti fai da te per i vostri bambini. Con dei ritagli di stoffa e di cartoncino non sarà difficile riuscire ad assemblare una calza della befana colorata e soprattutto personalizzata. Potete aggiungere strass, adesivi, scrivere il nome del vostro bambino e arricchirla in mille modi diversi. Calza della Befana: un sacchetto per la Befana Che abbia la forma di una calza o no, l’importante è poterla riempire! Veloce da realizzare potrebbe essere anche una calza a forma di sacchetto, da creare con pezzetti di stoffa avanzati da qualche vestito cucito in casa: poco impegnativa da cucire o incollare e soprattutto adatta a contenere anche dei piccoli regalini. Un’ottima idea regalo per grandi e bambini potrebbe essere, infatti, un libro, da mettere nel sacchetto con qualche caramella e dolcetto. Calza della Befana: una calza con il riciclo Una calza che sicuramente non troveremo mai in nessun negozio è quella realizzata con la carta da regalo riciclata. Chissà quanti regali avrete aperto durante le feste trascorse e la carta che li avvolgeva poi che fine ha fatto? Una brillante trovata è quella di riciclarla e incollarla insieme a forma di calza, utilizzando magari dei polsini di lana o di stoffa di qualche vecchio maglione per avvolgere il bordo superiore. Ago, filo e colla è tutto ciò che vi occorre per creare una calza personalizzata e sicuramente mai vista finora! Cosa state aspettando allora? Mettetevi al lavoro: preparate la vostra calza perché la befana sta per arrivare! Leggi anche La filastrocca della Befana
CONDIVIDI

Libri

Il Natale non è lo stesso senza qualche fantastico regalo da trovare sotto l’albero. Ma certo, se oltre a tanto divertimento i bambini possono anche imparare sarebbe ancora meglio. E allora cosa c’è di meglio di un libro di Natale? Per facilitarvi le ricerche abbiamo scelto una serie di libri e racconti natalizi da suggerirvi come regalo natalizio per rendere felici non solo i piccoli ma anche i più grandi. Babbo Natale di Silvia D’Achille e Tony Wolf Un libro da leggere ma anche da ascoltare; un libro con pagine spesse di cartone e coloratissime illustrazioni che racconta una favola tutta natalizia piena di luci, pupazzi e suoni. Il segreto sta tutto in un bottone magico che basta premere per ascoltare e cantare una deliziosa canzoncina tipica del Natale: jingle bells. Età di lettura: da 3 anni. La vigilia di Natale di IdeeAli editore Un libro dal contenuto particolare che sicuramente catturerà l’attenzione dei più piccoli. La vigilia di Natale contiene 5 libretti sagomati che formano vari puzzle nel libro stesso. Oltre a leggere un simpatico racconto natalizio, i bambini si divertiranno a completare il puzzle. Età di lettura: da 3 anni. La slitta di Babbo Natale Cosa accadrà nella notte magica di Natale? Babbo Natale e i suoi piccoli elfi sono pronti per una nuova avventura. Ma che fare se le renne non bastano? Con la slitta di Babbo Natale i più piccini potranno aiutarlo a tirare la slitta con una ruota da girare per…imparare a contare. Età di lettura: da 4 anni Babbo Natale sta arrivando! Libro pop-up di De Agostini editore Un libro ricco di animazioni, finestrelle e pop-up che aiuta i bambini a realizzare divertentissimi giochi fai da te. Il materiale? Semplice è tutto all’interno del libro, così da aiutare Babbo Natale a preparare il suo sacco dei regali! Età di lettura: da 5 anni Buon Natale! con gadget di Sara Reggiani Una copertina glitterata e rosso brillante, contiene un calendario dell’avvento impostato su doppie pagine che dal 1° al 25 dicembre guidano i bambini al tanto atteso giorno di Natale. Ogni doppia pagina racchiude storie, filastrocche, disegni da colorare, piccoli découpage e semplici ricette. E per finire una bellissima sorpresa alla fine del libro: un miniposter illustrato da colorare e ritagliare per appendere augurando un Buon Natale in 50 lingue diverse. Leggi anche Fate sognare con i libri i bambini: libri da 0 a 2 anni  Libri di Natale per bambini da 6 a 7 anni 
CONDIVIDI

Speciale Natale

È arrivato la magica sera di Capodanno, una sera dove tutto è concesso ai fornelli! Tra brindisi, goloserie e festeggiamenti di ogni genere non dimentichiamoci dell'importanza del cenone di Capodanno. Dopo il grande pranzo di Natale, infatti, arriva puntuale il momento di iniziare a concentrarsi sul cenone di Capodanno 2013. Cosa indossare, come scegliere il make di Capodanno sembrano sciocchezze se pensiamo a quali potrebbero essere il menu e le ricette da preparare per il cenone di Capodanno... Per aprire il 2013 in bellezza non possiamo presentarci al nuovo anno se non con un menu ricco e adatto all'occasione. Ma allora a quali ricette pensare per il cenone di Capodanno? Come rendere ancora più magica la sera del 31 dicembre con un menu impeccabile? Andiamo per ordine e scopriamo, seguendo le principali portate, come organizzare il nostro cenone di Capodanno 2013. Antipasto cenone di Capodanno 2013 L'antipasto per il cenone di capodanno 2013 sarà una ricetta facile e veloce da preparare, per un menu che non deluderà di certo i vostri ospiti. Stiamo parlando dei vol au vent alla mousse di pesce. Stuzzicanti e semplici da preparare i vol au vent sono un antipasto ideale per non appesantirsi troppo durante il cenone di Capodanno Preparazione: Fate cuocere a vapore i filetti di nasello, scolatelo e frullatelo con la panna, il vino, un filo di olio e un pizzico di sale. Montate a neve ben ferma gli albumi e incorporateli al composto di nasello. Unite un cucchiaio di prezzemolo tritato, condite con sale e pepe e mescolate. Distribuite il composto nei vol au vent, decorate con un cucchiaino di uova di lompo o di caviale e portate in tavola. Primo piatto cenone di Capodanno 2013 Come primo piatto per il cenone di Capodanno 2013 un piatto ricco e sostanzioso: timballo di tagliolini al radicchio e scamorza. Cosa c'è di più buono dei tagliolini reinventati in una ricetta dal sapore unico e particolare? Preparazione:  Per i tagliolini: setacciate la farina sulla spianatoia e fate la classica fontana. Rompete al centro le uova, aggiungete un pizzico di sale e sbattetele con una forchetta, unendo man mano un po’ di farina. Quando le uova saranno incorporate alla farina, lavorate con le mani, fino a ottenere un impasto liscio. Dategli la forma di una palla e lasciatela riposare per 30 minuti. Secondo piatto cenone di Capodanno 2013 E per secondo piatto nel cenone di Capodanno 2013 vi proponiamo nel menu una ricetta che fonde due diversi gusti della nostra tradizione: baccalà al forno con crema di lenticchie. Come non portare in tavola la sera di Capodanno due must come baccalà e lenticchie. È per questo che vi suggeriamo una ricetta che li contenga entrambi per un gusto eccezionale. Preparazione: Lessate le lenticchie in abbondante acqua leggermente salata, a cui avrete aggiunto 1 spicchio di aglio e 2 cucchiai di olio extravergine di oliva per 20 minuti circa. Una volta pronte, scolatele, raccoglietele nel bicchiere del mixer e frullate, fino a ottenere una crema omogenea. Tagliate il baccalà in quattro tranci, poneteli in una teglia da forno, leggermente unta di olio, spolverizzate con il prezzemolo tritato e l’origano. Dolce cenone di Capodanno 2013 Il dolce nel cenone di Capodanno 2013 è la portata immancabile per un pasto preparato a puntino. Come in ogni menu che si rispetti, sul dolce si concentrano gran parte delle attenzioni per concludere in bellezza un giorno di festa come Capodanno. Ecco per voi un dolce che lascerà a bocca aperta i vostri ospiti: le minitorte di Natale. Preparazione: Setacciate la farina e il lievito. Lavorate energicamente il burro, lo zucchero e la scorza di limone fino a ottenere un impasto spumoso di colore chiaro. Aggiungete le uova, uno alla volta, aggiungendo un cucchiaio di farina per ogni uovo. Una volta esaurite le uova, aggiungete la farina restante, tutta in una volta, mescolando con una spatola e con un movimento dal basso verso l’alto. Unite il latte e la vaniglia e continuate a lavorare il composto. E per il cenone di Capodanno 2013 leggete anche: Capodanno 2013: come vestirsi Capodanno 2013: il make up per la sera Capodanno: come arredare la casa e la tavola per il cenone
CONDIVIDI
Segui Alice su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv