Dieta anti età: 5 alimenti contro l’invecchiamento
Diete dimagranti e diete veloci
A dieta dopo le feste di Natale

Il Natale, con le sue feste, i pranzi e le serate in compagnia sono sempre uno dei periodi più attesi dell’anno. Dolci e goloserie varie però sono un pericolo sempre vigile per la nostra linea. È così che perdere peso e rimettersi a dieta diventano le nostre priorità dopo Natale. Proprio per questo abbiamo pensato di darvi alcuni semplici consigli per aiutarvi a ritrovare con un’invidiabile forma fisica.

A dieta con le fibre

Una dieta senza fibre non è una vera e propria dieta! Includete nel vostro regime alimentare quotidiano cibi ricchi di fibre come i fagioli, insalate, frutta e verdura fresca, cereali integrali, avena, orzo, segale, miglio, mais, riso integrale.

Limitate zuccheri e carboidrati trattati o raffinati

Tenetevi alla larga dallo zucchero bianco, miele, sorbitolo e qualsiasi altro additivo che finisce in “osio” (maltosio, glucosio, lattosio, fruttosio). Sono gli alimenti che contengono carboidrati raffinati a portare a un aumento di peso, come pane bianco o prodotti di farina bianca, marmellate trattate, bibite e gelatine.

Variate la vostra alimentazione quotidiana

Una corretta e sana alimentazione prevede un regime alimentare vario nella tipologia degli alimenti, così da ricevere tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno, senza aggiungere particolare stress a un organismo già sotto pressione.

Limitate la quantità di bevande alcoliche

Una delle ultime novità in tema diete è che si può evitare di eliminare totalmente le bevande alcoliche. Studi recenti, infatti, hanno dimostrato che è permesso bere un massimo di due bicchieri di vino al giorno. Senza contare, poi, che un moderato consumo di vino può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, oltre a contribuire alla prevenzione di arteriosclerosi e di patologie coronariche.

Alla larga dagli additivi

Gli additivi, come del resto anche i conservanti, coloranti, emulsionanti, aromi artificiali o prodotti chimici per alimenti, sono i nemici per eccellenza di ogni dieta che si rispetti.

Sono sostanze facili da trovare nelle bevande in lattina, bottiglie, dolci e nella maggior parte dei prodotti alimentari confezionati. Leggete sempre le etichette dei prodotti che avete intenzione di comprare, e cercate di mangiare alimenti freschi, naturalmente senza (o perlomeno con pochi) grassi animali e vegetali.

Diminuite il sale nella vostra cucina

Un consumo eccessivo di sale in cucina provoca ritenzione idrica, pressione alta, problemi cardiaci e molti altri effetti nocivi per il nostro organismo. Cercate, dunque, di fare più sforzi possibili per limitarne l’assunzione nelle vostre portate.

Il fitness in prima linea

Non dimenticate di fare un regolare esercizio fisico per mantenervi in allenamento! Non è indispensabile restare chiusi in palestra troppe ore per apportare dei benefici alla nostra forma fisica. Bastano solamente 30 minuti al giorno di camminata veloce, bicicletta o jogging.

Leggi anche

A dieta con lo champagne 

Pasta Shirataki: carboidrati a zero calorie

Dimagrite in fretta ma riprendete peso? Ecco i 5 motivi

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Make Up

A capodanno tutto è concesso e questa notte dell'anno, forse la più speciale, è il momento ideale per sbizzarrirsi con il make up. Ci sono diversi modi per truccarsi a Capodanno, possiamo utilizzare un make up smokey eye oppure giocare con glitter e colori. Per il Capodanno 2015 la tendenza è quella di una femme fatale che seduce con ciglia lunghissime - ovviamente finte -  e un caldo ed invitante rossetto rosso! Capodanno 2015: come truccarsi [caption id="attachment_9989" align="alignnone" width="622"] I segreti del make up e come truccarsi a Capodanno 2015[/caption] Questa è una palette di colori che va bene per tutte le donne da utilizzare per il Capodanno 2015: ombretti con i toni del bronzo e marrone, rossetto bordeaux fino allo smalto rubino. Ma se volete qualcosa di più forte, che consigliamo, ecco qualche suggerimento: Capodanno 2015: come truccare gli occhi Per il trucco degli occhi potete scegliere due tipi di effetti: make up glitterato: bastano due ombretti, uno argento per la base della palpebra mobile e un ombretto nero per realizzare la sfumatura. Scegliete ombretti brillanti, fard incluso. In quasi tutte le profumerie si trovano piccole palette già composte. Per le più audaci, consigliamo delle ciglia finte con le estremità glitterate. Con questo make up, a Capodanno vi  basterà anche solo un tubino nero. make up smokey eye: un trucco classico per le serate speciali ma anche per il Capodanno con l'aggiunta di qualche pajette. Se non siete brave con i pennelli (indispensabili per questo tipo di trucco) allora giocate con l'eyeliner sfumato o  semplicemente con una perfetta linea linea e una base di ombretto argento glitter. Indispensabili a Capodanno le ciglia finta. Capodanno 2015: come truccare il viso [caption id="attachment_9992" align="alignnone" width="622"] Il make up perfetto per Capodanno[/caption] La moda dell'autunno/inverno 2014-2015 punta molto su una femminilità senza troppi eccessi, per cui anche per il Capodanno niente estremismi, al massimo qualche aggiunta bizzarra come vi abbiamo mostrato sopra. È quasi inutile sottolineare che rossetto e smalto saranno necessariamente rossi nella serata di Capodanno. Il rossetto rosso non è facile nell'applicazione, è preferibile stenderlo con un piccolo pennello per il make up. Per questa serata concedetevi un rossetto rosso tutto nuovo, al posto dei classici slip che si regalano a Capodanno e scegliete una tipologia di rossetto brillante e durevole. Buon 2015 in red. Leggi anche Capodanno 2015: dove andare e cosa fare Capodanno 2015: come vestirsi Capodanno: come arredare la tavola per le feste
CONDIVIDI

Speciale Natale

Capodanno 2015: dove andare e cosa fare l'ultimo dell'anno? Si avvicina il momento di lasciarsi alle spalle l'anno passato per dare il benvenuto al 2015. Sapete già come festeggiare Capodanno 2015? Dove andare e cosa fare per l'ultimo dell'anno? Per alcuni può sembrare prematuro pensare a Capodanno 2015. Ma, ammettiamolo, al momento di decidere dove andare e cosa fare a Capodanno ci troviamo sempre impreparati e a corto di idee. In fondo, non costa nulla dare un'occhiata alle proposte che potrebbero rendere il nostro Capodanno davvero speciale. Ecco allora, regione per regione, qualche interessante località dove andare a festeggiare Capodanno 2015. Capodanno 2015: dove andare in Umbria 730 luci, 8.5 km di cavi, 1.350 prese. Sono i numeri dell'albero di Natale che illumina il pendio del Monte Igino di Gubbio. Il tradizionale albero di Natale che colora il pendio del Monte Ingino di Gubbio è una delle attrazioni più apprezzate di questo periodo. Dal 1981 un gruppo di volontari, gli“Alberalioli”, realizzano questa gigantesca opera:  350 metri di base per 650 metri di altezza. Uno spettacolo da vedere, unito alle bellezze storiche che il comune di Gubbio offre. Da non dimenticare anche che ci si trova a due passi da Assisi e da Perugia, due delle località più caratteristiche del nostro Paese. Capodanno 2015: dove andare in Toscana Non c'è niente di meglio di un Capodanno tra le coccole della ridente Toscana. Per l'occasione vi suggeriamo Montebelli Agriturismo e Country Hotel di Caldana (GR), una struttura accogliente e attrezzata per le esigenze di grandi e piccini. Per festeggiare al meglio Capodanno 2015, gli adulti si possono rilassarsi al centro benessere, con piscina, sauna e bagno turco (riservato ai maggiori di 16 anni), e i piccoli possono giocare nella piscina interna, eccezionalmente aperta durante la mattinata, sotto il loro controllo. Capodanno 2015: dove andare in Valle d'Aosta Che Capodanno 2015 sarebbe senza un po' di neve? Chiudete gli occhi e provate a sentire le emozioni che potreste provare immaginandovi la sera di Capodanno a brindare sotto il cielo stellato, a oltre 2500 metri di quota, insieme alla vostra famiglia o a un gruppo di amici, nell’intimità che solo la montagna d’inverno può dare, riscaldati dal calore del camino a legna di un rifugio. Riapriteli e connettetevi al sito www.lovevda.it. Qui scoprirete che tutto ciò che avete immaginato e le sensazioni che avete provato non sono state presi a prestito dal mondo del cinema o della fiction televisiva, ma possono diventare realtà, prenotando una delle tante proposte confezionate appositamente per una notte di San Silvestro da trascorrere in Valle d’Aosta ai piedi delle montagne più alte d’Europa. Capodanno 2015: dove andare in Trentino Alto Adige Se volete vivere a pieno la magica atmosfera natalizia e trascorrere il Capodanno dei vostri sogni, recatevi a Madonna di Campiglio, in Trentino Alto Adige. Madonna di Campiglio non offre soltanto un comprensorio sciistico perfetto per chi ama sciare; ma anche il calore e l'accoglienza di piccoli chalet unici al mondo, addobbati con materiali naturali raccolti nei boschi e illuminati da romantiche luci e fiaccole natalizie. Immancabili le invitanti bancarelle che offrono prodotti tipici del luogo, idee regalo originali, oggetti d’artigianato in legno, tovagliato nei tipici tessuti e poi miele, speck, grappe del territorio, cioccolata, canederli fatti in casa e torte, da gustare sul posto o acquistare per un regalo particolare. Da non dimenticare, poi, i canti tradizionali intonati nelle strade innevate e un magico laghetto ghiacciato su cui è possibile pattinare come nei migliori film americani. Capodanno 2015: dove andare in Veneto Ricordate le piccole case con i tetti di biscotto, neve di glassa, lecca lecca che danzano e piroettano, mentre gli gnomi scivolano felici sulla crema del panettone. Sembra di entrare nella favola di Hansel e Gretel: il profumo di zucchero e cannella, la musica e le luci guidano grandi e piccini all’ingresso del Villaggio di Natale Flover. Capodanno 2015 è l'occasione giusta per entrare nell'atmosfera di Natale Flover: il più grande mercatino di Natale al coperto in Italia, con oltre 7 mila metri quadrati dedicati alla festa più amata e attesa dell’anno. Un luogo magico che lascia incantati tutti i bambini nel vedere gli gnomi all'opera, luci, colori, e animali in movimento, mentre i più grandi hanno la sensazione di fare un passo indietro nel tempo e di rivivere la propria spensierata infanzia. Come perdersi tutto questo? Leggi anche Capodanno 2015: cosa fare nelle metropoli Capodanno: il make up della sera Capodanno: come arredare la tavola per il cenone
CONDIVIDI

Speciale Natale

Qualche idea a proposito di Natale 2014? Dove andare e cosa fare in vista delle vacanze di Natale? Noi un'idea possiamo darvela con molto piacere. Cosa fare se non brindisi a gogò durante la festa del Natale? E allora se siete indecisi su dove andare e come trascorrere il Natale 2014, il nostro consiglio è quello di immergervi nella regione dello Champagne, in particolare a Reims (Francia). Natale 2014: dove andare nello Champagne Alle porte di Reims, oltre le più celebri maison, è possibile visitare il Parco Naturale Regionale della Montagna di Reims, fra le basse colline ricoperte dai dolcissimi grappoli, seguendo uni dei cinque percorsi della Route Touristique du Champagne. Hautvillers è un piccolo borgo che sembra si sia fermato nel tempo: case color pastello circondate da stretti vicoli pittoreschi e da un oceano di vigne. Se il villaggio è conosciuto come culla dello Champagne lo deve a Dom Pérignon, che riposa nella piccola abbazia e che da qui diede avvio all’enologia moderna, mettendo a punto il metodo “champenois”. Natale 2014: cosa fare a Reims Non si può passare per Reims senza visitare la cattedrale di Notre-Dame. Qui i vetri colorati raccontano il lungo legame di Reims con il territorio e il suo prodotto d’eccellenza, lo champagne. Realizzate dai maestri vetrai della Bottega Simon, negli anni Cinquanta del secolo scorso, le vetrate furono finanziate dalle più grandi maison di Champagne e rappresentano un viaggio virtuale nel mondo di questo nettare. Raccontano, infatti, tutte le attività legate al vino, dai lavori nel vigneto alla vendemmia, dalla fermentazione al “remuage”, riproducendo anche i villaggi della regione, ognuno riconoscibile dal nome e dalla sagoma della chiesa. Tra le curiosità, oltre a Dom Pérignon, ritratto davanti a una bilancia nel suo abito da frate, nella parte bassa della vetrata si distingue una bottiglia di Veuve Clicquot: la celebre maison aveva contribuito in modo più consistente degli altri e voleva quindi maggiore visibilità. Natale 2014: da non perdere... Le Routes touristic du Champagne sono 5 circuiti segnalati lungo oltre 500 km di percorsi fra vigneti, villaggi, castelli e abbazie. L’auto è il mezzo migliore per esplorare la regione e per visitare le cantine dei produttori, degustando i loro prodotti. Per apprezzare ancora di più le bellezze del paesaggio, si possono fare escursioni con mezzi di trasporto originali. Il Trenino delle vigne attraversa i vigneti della Montagna di Reims, da esplorare anche a piedi lungo vari sentieri. Straordinario lo spettacolo dall’acqua, con le crociere sulla Marna, o dall’aria, con un volo in mongolfiera per contemplare la distesa di vigneti a perdita d’occhio. I più avventurosi potranno provare i fuoripista in quad, in 4x4 o in elicottero. Per informazioni sui percorsi e sulle visite: www.tourisme-champagne-ardenne.com Leggi anche Capodanno 2015: cosa fare nelle metropoli I mercatini di Natale più originali Viaggi e valigia: 5 idee per il bagaglio perfetto 
CONDIVIDI
Segui Alice su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv