Ad ogni sport la sua alimentazione!
Quali sono le alternative sane ai cibi grassi?
Dieta e benefici del peperoncino

Cosa sapete a proposito del peperoncino? Oltre ad essere un alimento afrodisiaco sapevate, ad esempio, che il peperoncino è stato (e conti un ingrediente fondamentale in diverse ricette in cucina? E non solo, perché il peperoncino è utile anche durante una dieta dal momento che agisce sul controllo del peso corporeo.

Il peperoncino, infatti, contiene un principio attivo noto come capsicina o capsaicina, adatto (se usato in forma di crema) non solo per combattere dolori e formicolii degli arti, ma anche per tenere sotto controllo il grasso di troppo che si forma nella zona addominale.

Nota come antireumatico e antifermentativo intestinale, la capsaicina è utilissima nella cura di dolori reumatici e muscolari, oltre che per stimolare la ricrescita e contrastare la caduta dei capelli.

Appartenente al genere Capsicum e conosciuto anche con il nome di pepe di Cayenna, il peperoncino è originario del Centro e Sud America divenendo ben presto un conservante ideale e un ingrediente indispensabile in Africa e in Asia.

In seguito sono stati scoperti i suoi effetti benefici, ed è stato utilizzato per il suo valore medicinale nella cura di artrite, asma, indigestione, mal di gola e addirittura cancro, disturbi respiratori e cardiovascolari.

Come accennato in precedenza, il peperoncino possiede anche virtù utilissime a contrastare il sempre più diffuso aumento di peso. L’obesità sta raggiungendo proporzioni epidemiche, con più di 300 milioni di persone obese al mondo. Le statistiche testimoniano come il problema dell’obesità sia diffuso in moltissimi Paesi tranne che in Africa, Sud America e Antartide (dove c’è un maggior consumo di peperoncino).

La situazione sembra essere più grave del previsto se si pensa che, tra le popolazioni interessate dal fenomeno obesità, una persona su sette è obesa, con un indice di massa corporea superiore a 30.

Numerosi studi, poi, hanno rilevato che le persone in sovrappeso sono più esposte a malattie cardiovascolari, diabete, artrosi, ipertensione e persino cancro.

Il peperoncino potrebbe essere un valido sostegno nella lotta contro l’obesità. Non si parla certo di miracoli, ma studi scientifici condotti negli ultimi 15 anni individuano nella capsaicina un ottimo aiuto per la perdita di peso e per bloccare la formazione del tessuto adiposo. Questa scoperta ha generato una corsa alla preparazione di pillole dimagranti contenenti capsicina che, effettivamente, se accompagnate ad una dieta equilibrata e ad un fitness costante, rappresentano un efficace aiuto nel dimagrimento.

Se poi volete evitare di ricorrere a diete o pillole dimagranti, basterà comprare un buon peperoncino e darsi alla cucina speziata a base di Eros e Cayenna. Non dimenticate, infatti, che il peperoncino appartiene ai cosiddetti “alimenti afrodisiaci” che stimolano le pulsioni sessuali. Perché allora non unire l’utile al dilettevole?

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Alimentazione

Come trovare la giusta motivazione per perdere peso? A volte capita che nonostante si facciano molti sforzi per dimagrire, non sempre si ottengono in breve tempo i risultati sperati. Perdere peso è un lavoro arduo e costante, in cui non bisogna lasciare la presa neanche per un giorno. Il rischio è quello di mandare a monte tutti i sacrifici fatti con un solo biscotto. La regola è dunque tenere duro e persistere nella dieta che abbiamo cominciato. Ma cosa fare se la voglia di fare uno strappo alla regola è più forte della nostra motivazione a perdere peso? La soluzione è trovare le giuste motivazioni per andare avanti imperterriti senza guardarsi indietro. Ecco qualche consiglio che potrebbe fare al caso vostro. Perdere peso. 1 motivazione Tenete sempre un diario aggiornato dei progressi fatti giorno dopo giorno. Vedere i passi avanti fatti vi aiuterà a sentirvi più motivati e a proseguire nella vostra dieta. Nessuna motivazione è più forte del vedere soddisfatti i propri sforzi. Inoltre avere un quaderno con il proprio lavoro può esservi di aiuto nel capire i punti di forza o meno della dieta che state seguendo. E quindi in quali punti migliorarla. Perdere peso. 2 motivazione Cercate di andare in palestra con degli amici, così da creare un "gruppo di sostegno" che può aiutarvi ad affrontare gli allenamenti con meno fatica. Nulla aiuta a motivare di più di colleghi o compagni che vi sostengono nei momenti di debolezza e di fatica. Un amico aiuta l'altro e tra risate e chiacchiere tutto si affronta in modo migliore. Perdere peso. 3 motivazione Se non siete solo voi ad essere a dieta, l'obiettivo di perdere peso è ancora più vicino. Fate un confronto e spezzate la routine quotidiana facendo una gara con un'amica anch'essa a dieta. Lo stimolo a migliorarsi e fare di più crescerà insieme ad una sana competizione tra amici. Perdere peso. 4 motivazione Può sembrarvi inutile ma in realtà è uno dei fattori principali per ritrovare la stima che, talvolta, si perde con l'aumento di peso. Passate, ogni giorno, più tempo del solito davanti allo specchio. Magari dedicandovi ad uno scrub, a qualche maschera di bellezza o più semplicemente ad un make più attento e preciso. Guardarsi allo specchio vi aiuterà ad apprezzare la vostra immagine estetica e ad acquistare più fiducia in voi stessi. Perdere peso. 5 motivazione Comprate un completino sexy o un vestito che vi piace da impazzire di una taglia in meno e mettetelo nell'armadio. Perdere peso sarà il vostro obiettivo per indossare quell'indumento che vi piace così tanto. Fate la stessa cosa con bikini, pantaloni o magliette aderenti. Vedrete, dimagrire sarà la vostra missione primaria. Leggi anche 5 regole per dimagrire a colazione Dieta: a che ora mangiare carboidrati? 5 alimenti per la salute di capelli, pelle e unghie
CONDIVIDI

Alimentazione

Dimagrire a volte può essere davvero molto semplice, a partire dalla colazione. Una dieta sana è naturalmente la prima regola per perdere peso, ma la colazione resta il pasto più importante della giornata e come tale è bene non sottovalutarla. Alcune persone riescono a dimagrire pur non seguendo alla lettera una vera e propria dieta, ma semplicemente sfruttando consigli in merito ad una colazione sana. Vediamone insieme 5. Dimagrire a colazione con la fibra Cercate di mangiare a colazione 8 grammi di fibra per saziare il vostro appetito. Dovete cercare di inserire a colazione alimenti che durante la mattinata non vi facciano sentire il classico buco allo stomaco. Secondo l'EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) dovremmo assumere 25 grammi di fibre al giorno, da associare a due litri di acqua. Gli alimenti con fibre e vitamine da assumere? Mela, pera, carote, legumi, patate, cereali, cavoli e noci. Dimagrire anticipando la colazione Secondo numerose ricerche, prima si fa colazione, prima il nostro sistema metabolico inizia ad attivarsi. E, di conseguenza, prima si potrebbe avvertire il senso di fame. La soluzione migliore è quella di aspettare almeno un'ora da quando ci si sveglia prima di fare colazione. Dimagrire mangiando più proteine e meno zuccheri Cibi e golosità zuccherine sono molto allettanti a colazione. Ma, a differenze di molti altri alimenti, hanno un elevato quantitativo di calorie e forniscono meno energie di quanto possono alcuni cibi. Qualche esempio? Uova o cereali integrali aiutano a sentirsi sazi e contengono un importante carico di energie per il nostro organismo. A colazione controllate le porzioni La colazione dovrebbe essere molto ricca per sostenere l'organismo durante la mattinata. Tuttavia non bisogna esagerare con le porzioni. Il consiglio è di puntare a circa 350 calorie ogni giorno. Dimagrire con la colazione pret à porter Se non avete un attimo di tempo per sedervi a tavola a fare colazione, portatela con voi. Saltare la colazione non è mai la soluzione migliore se avete intenzione di dimagrire. Mangiare al mattino aiuta a bruciare più calorie durante l'arco della giornata. Un giusto pasto a colazione aiuta a sentirsi sazi per tutto il giorno. Leggi anche Come mangiare panini a pranzo senza ingrassare I 15 alimenti benefici per la salute Dieta lampo: come perdere chili in 5 giorni
CONDIVIDI

Alimentazione

In una dieta vegetariana l'elemento da evitare assolutamente è la carne. Ma sapete come sostituire le proteine della carne in modo corretto? La carne, infatti, è ricca di proteine essenziali al nostro organismo, e farne a meno potrebbe essere dannoso per la nostra salute. Come in ogni dieta vegetariana, in cui la carne non è presente, è fondamentale sostituire le sue proteine con alimenti che ne contengono di simili, capaci di colmare il nostro fabbisogno nutritivo quotidiano. Vediamo allora quali sono gli alimenti da introdurre nella nostra dieta. Dieta vegetariana: sostituire la carne con il seitan Ottimo e popolare sostituto della carne, il seitan viene ricavato dal frumento, per un concentrato di proteine vegetali alternativo alle classiche proteine animali. Detto anche carne di grano, il seitan si ottiene estraendo il glutine dalla farina di frumento: impastando e lessando il tutto in acqua insaporita con salsa di soia, alga kombu, zenzero e sale. Il seitan, però, scarseggia in vitamina B12 e ferro, che si trovano principalmente negli alimenti carnei. Dieta vegetariana: sostituire la carne con il muscolo di grano È un prodotto nutriente e naturale, che viene ricavato da ingredienti proveniente da agricoltura biologica. Ottimo per una dieta vegetariana, il muscolo di grano contiene poche calorie, rendendolo così adatto anche ad una dieta dimagrante. Può essere ricavato da un impasto a base di farina di frumento, farina di legumi o di soia, acqua e olio, con l'aggiunta di spezie naturali. Questo impasto è la base per la preparazione di bistecche, straccetti, affettati, burger, macinato e vari altri prodotti. Dieta vegetariana: sostituire la carne con il tofu Il tofu, diffuso soprattutto in Estremo Oriente, viene ricavato dalla cagliatura del latte di soia e dalla successiva pressatura in blocchi. Il tofu ha un elevato contenuto proteico, un moderato contenuto di carboidrati e grassi polinsaturi. Sapore e odore generalmente neutri. Proprio per questo il tofu può essere usato nelle ricette dolci e salate. Dieta vegetariana: sostituire la carne con i lupini I lupini crescono spontaneamente lungo le coste del Mediterraneo, prosperando anche in terreni acidi. I lupini contengono al loro interno vari minerali: fosforo, calcio, zinco, potassio, manganese, selenio, sodio, rame, magnesio, ferro e sono sono ricchi di vitamine A, B1, B2, B3, B5, B6 e C. I lupini sono importanti anche nella dieta dei celiaci, poiché questo legume non contiene glutine. Attualmente, infatti, la farina prodotta con i lupini viene utilizzata per produrre, pane, pasta e biscotti. Dieta vegetariana: sostituire la carne con il tempeh Il tempeh è un prodotto completamente vegetale, usato moltissimo nella cucina indonesiana. Viene ricavato dai fagioli di soia gialla, è ricco di proteine e povero di grassi, ma rispetto ai fagioli è più ricco di fibre e vitamine. La preparazione del tempeh è davvero particolare. Viene ottenuto con un processo di fermentazione grazie all'azione di un fungo, il Rhizopus Oligosporus, che arricchisce il prodotto di enzimi e vitamine (soprattutto la B12). Generalmente viene cucinato al vapore, nelle minestre o fritto e accompagnato con salse piccanti o con chili. Dieta vegetariana: sostituire la carne con la quinoa La quinoa è una pianta erbacea appartenente alla stessa famiglia di spinaci e barbabietole, ma spesso viene scambiata per un cereale, per i suoi chicchi simili appunto ai cereali. La quinoa contiene amminoacidi essenziali (isoleucina, istidina, lisina, leucina, metionina, fenilalanina e triptofano), presentando nel complesso un buon equilibrio tra proteine e carboidrati. Inoltre, è un'importante fonte di vitamina B2, C, ed E. Le varietà di quinoa si contraddistinguono per il colore dei loro chicchi: giallo, rosso o nero. Leggi anche Allergie alimentari: si indaga sulla dieta mediterranea Diete vegetariane: una dieta per tutti Dieta della Bibbia: la fede salvalinea
CONDIVIDI
Segui Alice su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv