alice lifestyle leonardo marcopolo

Il Natale si avvicina e come ogni anno la scelta dell’albero è fondamentale per ricreare lo spirito giusto del Natale.

Alberi di Natale veri, artificiali, con illuminazioni a fibre ottiche o addirittura alberi di Natale colorati. Ma quanti alberi di Natale troviamo in vendita? Come scegliere il giusto albero di Natale?

Beh, la scelta è veramente ampia e non sempre abbiamo le idee chiare su quale comprare. È per questo che di seguito vi diamo una serie di indicazioni che potranno aiutarvi nell’acquisto dell’albero di Natale adatto alle vostre esigenze e gusti..

Come scegliere un albero di Natale artificiale

Uno degli alberi di Natale più diffusi è quello artificiale o finto. Comodo, pratico ma soprattutto economico poiché una volta acquistato, non si ha più il pensiero per i prossimi anni di comprarne un altro. L’albero sintetico è perfetto poi sia da tenere in casa che da mettere in giardino: certamente non avrà problemi con il clima rigido dell’inverno o altre intemperie essendo costruito con materie plastiche. La sua pecca? Con un albero di Natale artificiale non sentirete il tradizionale profumo dell’abete invernale che, a molti ricorda le magiche atmosfere del Natale.

Come scegliere un albero di Natale vero

È l’albero di Natale per eccellenza, l’abete verde e profumato della tradizione e dei nostri nonni. Avere un abete in casa ci catapulta indietro nel tempo, quando il solo albero di Natale a disposizione era l’abete dei boschi. Poche volte però, quando si sceglie un albero vero, si tiene poco conto dell’abete a fine Natale. Senza contare che, in alcuni casi, comprare questa pianta, equivale a contribuire al disboscamento di boschi selvatici.

Il nostro consiglio è di acquistarlo in un vivaio, dove vengono coltivati gli abeti per uso privato o, come in questo caso, natalizio. Disboscamento a parte ricordiamo che stiamo sempre parlando di un albero, che va tenuto con cura anche nel periodo post-natalizio. Una volta trascorso il Natale, l’albero (se ancora ha radici) andrebbe ripiantato in giardino o comunque tenuto con cura sul balcone, anche se le possibilità che sopravviva sono ridotte al 10%, spesso per l’assenza di temperature climatiche adeguate.

Non dimenticate, inoltre, di tenere l’abete in un posto fresco, soprattutto lontano da fonti di calore come il termosifone.
Per non rischiare, però, i centri di raccolta comunali, alcuni vivai o il corpo forestale forniscono un efficiente servizio che permette la restituzione dell’abete alla fine delle vacanze natalizie, così che l’albero possa continuare a vivere.

Come scegliere un albero di Natale con illuminazioni a fibre ottiche

Sembra essere diventato il trend della prossima stagione natalizia, l’albero di Natale con illuminazioni a fibre ottiche dà un senso di tridimensionalità e precisione delle luci sull’albero…un problema che spesso si presenta quando si addobba.

Un trionfo di luci, monocolore o di più tonalità, che realizza un gioco di luminosità tale da fornire l’effetto di tridimensionalità. Questo tipo di albero artificiale è costituito da fasci di fibre ottiche collocate all’interno dei rami. Un’invenzione che segue il passo dei tempi moderni e pratica per molti aspetti, ma che non soddisfa gli amanti dell’albero di Natale “fai da te”.

Quando scegliete il vostro albero fate attenzione ad alcuni particolari essenziali per non avere sorprese al momento dell’assemblaggio. Prima di acquistarlo, infatti, accertatevi che le misure dell’abete siano adeguate per l’altezza del soffitto di casa (calcolando anche l’altezza della punta) e per lo spazio in cui avete deciso di metterlo. Se la base è troppo larga o l’albero tocca il soffitto non è mai piacevole scoprirlo il giorno dell’8 dicembre…

Leggi anche

Addobbi natalizi fai da te

Addobbare l’albero di Natale: decorazioni natalizie fai da te

Decorazioni di Natale: il decoupage per addobbare l’albero

Palle di Natale patchwork, come realizzarle

Le decorazioni per l’albero con la pasta 

Share This