alice lifestyle leonardo marcopolo

Si conclude a Roma la 19° edizione di una delle manifestazioni più importanti dell’Alta Moda: AltaRoma AltaModa. Una settimana di appuntamenti, passerelle e inedite location dove respirare design, arte e moda.

Dunque, quali sono state le proposte più accattivanti dei maggiori stilisti?

Non più rigidi canoni estetici, né stereotipi e pregiudizi. Gli stilisti si rivolgono a una donna contemporanea e pensano a una sensualità che esula dalle classiche misure 90-60-90. Difatti, in queste ultime giornate di sfilate romane, l’haute couture porta in scena forme “morbide”, come nel défilé di Rami Al Ali (considerato il 17esimo designer più famoso dei paesi arabi), e l’amore libero e omosessuale di Giada Curti,  l’unica donna italiana in calendario a Roma, con una sfilata ispirata alla pittrice polacca Tamara de Lempicka.

Tappeto rosso per Nino Lettieri che ha presentato le sue creazioni presso l’Hotel Leon’s Palace. Il suo è un tributo al “luxury” che sembra essere sinonimo di nero, colore dominante della collezione. I dieci abiti dalle forme geometriche, con fiori a rilievo ton sur ton, la raffia in oro e nero, piccoli volants di pelle traforata, renderebbero una stella qualsiasi donna!

Arte contemporanea, dinamismo, plasticità, forme e volumi per la collezione Gattinoni pensata da Guillermo Mariotto, direttore creativo della Maison.
Vestiti pieni di luce, trasparenze, cristalli e pietre preziose hanno animato le ultime passerelle di Roma. Ricami a filo su tessuti molto leggeri che giocano con le forme, camicie in voile, gonne di chiffon.
Linee fluide e un forte richiamo al mondo classico per questa collezione adatta anche a donne formose. Abiti che avvolgono il corpo, forme essenziali, voluti e volumi come nell’architettura. Un vero e proprio omaggio, quello di Guillermo Mariotto, all’universo scultoreo di Tony Cragg.

I colori utilizzati sono soprattutto il bianco, nero, ma anche molto argento e oro che fanno pensare ad un paesaggio lunare.  Anche la collezione Gattinoni per il prossimo autunno inverno 2011/2012 porta in scena donne forti, decise, con forti personalità creative e conturbanti: donne che scelgono la sfida dell’arte contemporanea.

Share This