Articoli

Come apparecchiare la tavola di Natale

Consigli

Sapere come apparecchiare la tavola di Natale è un vero colpo da maestro per far bella figura con i vostri ospiti. Per le feste, in particolare a Natale, apparecchiare una tavola di gala è di rigore. Fra tradizione e attualità, vi proponiamo una formula perfetta per una tavola di Natale elegante e senza tempo. Iniziamo dalla mise en place per approfondire l'organizzazione del posto tavola, il servant, il tocco di classe finale e, per ultimo un suggerimento sul menu di Natale più adeguato. Come apparecchiare la tavola di Natale: mise en place La tavola di Natale deve trovare il suo punto di forza in una mise en place sobria nella quantità di accessori privi di funzionalità e, al tempo stesso, elegante. Vediamo cosa non deve proprio mancare sulla tavola di Natale: Tovagliati bianchi, di tessuto pregiato Porcellana bianca con decoro in oro per piatti e servizio da tavola Cristallerie fini per il beverage, con motivo a punta di diamante Candelabri, posaterie e pezzi speciali da tavola e da portata in argento Come apparecchiare la tavola di Natale: posto tavola Composizione di base: sottopiatto in argento, piatto di porcellana; coltello e cucchiaio a destra, forchetta a sinistra, con tovagliolo e menu. Tris da frutta o dessert in alto; bicchiere acqua vino e spumante a destra; piattino del pane a sinistra. Come apparecchiare la tavola di Natale: servant Su un carrello, o un tavolino, accanto alla tavola, le posate di ricambio e di portata. La caraffa dell'acqua e la bottiglia del vino habillé, la saliera, il cestino del pane e il servito per il caffè. Su un buffet vicino, invece, la frutta secca e la frutta fresca con il vassoio degli immancabili dolci. Come apparecchiare la tavola di Natale: tocco di classe Se volete dare un colpo di classe alla tavola di Natale, non possono mancare i seguenti dettagli... Il rosso rubino di uno dei tre bicchieri L'effetto-chandelier Le posate d'argento, come i sontuosi esemplari del modello Quirinale di Cesa 1882, storico argentiere e posatiere di Alessandria, che fu fornitore ufficiale della Real Casa prima, e del Quirinale in un secondo momento. Leggi anche 6 modi per evitare di prendere peso a Natale Tavola di Natale: centrotavola natalizio Decorazioni di Natale per la tavola Albero di Natale con tramezzini

CONDIVIDI

Come vestirsi ad Halloween

Moda

Si avvicina la festa di Halloween e vestirsi diventa un gioco divertente, soprattutto se si hanno dei capi glamour da indossare. Non bisogna necessariamente travestirsi, basta osare un po' con gli accessori e il gioco è fatto. Vediamo cosa mettere in pentola per trasformarsi in perfette Halloween girls e stupire gli amici, con un tocco magico e originale che prenda spunto dal mondo dark, ma con stile. Halloween: come vestirsi Il binomio bianco/nero ad Halloween è più che mai adatto, come questo abito di Dudu (32 euro) abbinato alla tracollina in mongolia di Dellera pellicce (49 Euro). Potreste anche scegliere un abito nero più importante con balze e chiffon. Look per Halloween: gli accessori   Ad Halloween potete davvero sbizzarrirvi con accessori e gioielli. Orecchini di ispirazione gotica, come le creazioni nella foto in alto di Dori; bracciali con i teschi, anelli vistosi e collane importanti che completano qualsiasi look come le collane di Ayala Bar in basso. In questa notte è tutto lecito. Il make up per Halloween Anche ad Halloween manteniamo un certo stile. Niente trucchi mostruosi, che anche se di effetto rischiano di far spaventare per davvero i bambini. Meglio un tocco glamour per il make up di Halloween, come una ragnatela disegnata attorno il contorno occhi e qualche aggiunta di glitter. Oppure qualche disegno gotico sempre attorno l'occhio. Insomma belle più che mai, anche ad Halloween.  Leggi anche: Come mi trucco nella notte di Halloween? Ponte di Ognissanti: idee viaggi per un Halloween da urlo  Costruisci la tua zucca di Halloween

CONDIVIDI

Come pulire il marmo

Consigli

Sono in molti a chiedersi come pulire il marmo o cosa fare per non commettere l'irrimediabile sbaglio di rovinarlo con prodotti corrosivi. Nonostante sia una roccia, pulire il marmo è un'operazione che richiede particolare attenzione soprattutto nella scelta dei detergenti da utilizzare. Il marmo è una roccia fondamentalmente calcarea e, come tale, può essere facilmente macchiata, corrosa e graffiata. Non è resistente come il granito, ma pulire il marmo con le giuste accortezze significa mantenerlo in ottimo stato anche per moltissimi anni. Come pulire i ripiani in marmo Pulire i ripiani in marmo è, forse, la cosa più difficile. La prima mossa che si fa è, di solito, togliere la polvere che si forma con una spugna bagnata. È un grande errore. Per rimuovere la polvere dal marmo è consigliabile sempre un panno asciutto. La pietra potrebbe assorbire l'acqua e continuare a rilasciare umidità anche per diversi mesi. Evitate, inoltre, di sistemare sui ripiani di marmo oggetti in ceramica o con spigoli che potrebbero graffiare la pietra. Usate sottobicchieri, vassoi per le bevande o runner decorati. In questo modo proteggerete il marmo e arricchirete il vostro ripiano. Come pulire il marmo con i giusti prodotti Non  sono pochi i detergenti più comuni per la casa che contengono acidi e sostanze chimiche che possono danneggiare il marmo. I prodotti generici per la pulizia della casa sono una delle cause più comuni del marmo rovinato. Da evitare assolutamente l'ammoniaca, l'aceto, l'arancia o il limone per pulire il marmo. Nonostante l'aceto sia un ottimo detergente, nonché disinfettante, per varie superfici, è comunque una sostanza acida che può corrodere il marmo. E allora, cosa usare per pulire il marmo? Niente di più efficace della semplice acqua calda e di una spugna morbida, da utilizzare una volta a settimana. Come pulire il marmo quotidianamente La soluzione migliore è quella di utilizzare un panno asciutto per eliminare la polvere. Ad ogni modo, qualunque sia il vostro metodo o prodotto di pulizia, l'importante è che vi assicurate di usare una spugna, un panno morbido, di camoscio o un piumino anti-polvere. Come pulire i pavimenti in marmo Discorso simile è per pulire il marmo dei pavimenti. Assicuratevi di usare un panno morbido umido per la pulizia della superficie in marmo. Meglio in microfibra, così eviterete di graffiare il pavimento quando vi soffermate sullo sporco più ostinato. In quest'ultimo caso, il consiglio è di fare movimenti circolari sui punti del pavimento che richiedono una maggiore pulizia. Una volta a settimana utilizzate acqua calda per pulire il marmo. Cercate di cambiare spesso l'acqua di risciacquo per le superfici particolarmente sporche e ricordatevi di asciugare bene il pavimento una volta terminata la pulizia. Leggi anche Come pulire i vetri con i rimedi fai da te Come pulire il legno Come pulire casa con il limone

CONDIVIDI

Make Up

A capodanno tutto è concesso e questa notte dell'anno, forse la più speciale, è il momento ideale per sbizzarrirsi con il make up. Ci sono diversi modi per truccarsi a Capodanno, possiamo utilizzare un make up smokey eye oppure giocare con glitter e colori. Per il Capodanno 2015 la tendenza è quella di una femme fatale che seduce con ciglia lunghissime - ovviamente finte -  e un caldo ed invitante rossetto rosso! Capodanno 2015: come truccarsi [caption id="attachment_9989" align="alignnone" width="622"] I segreti del make up e come truccarsi a Capodanno 2015[/caption] Questa è una palette di colori che va bene per tutte le donne da utilizzare per il Capodanno 2015: ombretti con i toni del bronzo e marrone, rossetto bordeaux fino allo smalto rubino. Ma se volete qualcosa di più forte, che consigliamo, ecco qualche suggerimento: Capodanno 2015: come truccare gli occhi Per il trucco degli occhi potete scegliere due tipi di effetti: make up glitterato: bastano due ombretti, uno argento per la base della palpebra mobile e un ombretto nero per realizzare la sfumatura. Scegliete ombretti brillanti, fard incluso. In quasi tutte le profumerie si trovano piccole palette già composte. Per le più audaci, consigliamo delle ciglia finte con le estremità glitterate. Con questo make up, a Capodanno vi  basterà anche solo un tubino nero. make up smokey eye: un trucco classico per le serate speciali ma anche per il Capodanno con l'aggiunta di qualche pajette. Se non siete brave con i pennelli (indispensabili per questo tipo di trucco) allora giocate con l'eyeliner sfumato o  semplicemente con una perfetta linea linea e una base di ombretto argento glitter. Indispensabili a Capodanno le ciglia finta. Capodanno 2015: come truccare il viso [caption id="attachment_9992" align="alignnone" width="622"] Il make up perfetto per Capodanno[/caption] La moda dell'autunno/inverno 2014-2015 punta molto su una femminilità senza troppi eccessi, per cui anche per il Capodanno niente estremismi, al massimo qualche aggiunta bizzarra come vi abbiamo mostrato sopra. È quasi inutile sottolineare che rossetto e smalto saranno necessariamente rossi nella serata di Capodanno. Il rossetto rosso non è facile nell'applicazione, è preferibile stenderlo con un piccolo pennello per il make up. Per questa serata concedetevi un rossetto rosso tutto nuovo, al posto dei classici slip che si regalano a Capodanno e scegliete una tipologia di rossetto brillante e durevole. Buon 2015 in red. Leggi anche Capodanno 2015: dove andare e cosa fare Capodanno 2015: come vestirsi Capodanno: come arredare la tavola per le feste
CONDIVIDI

Consigli

Ammorbidenti naturali fai da te: la soluzione bio Ammorbidenti, detersivi per i pavimenti e detergenti più in generale, a volte, possono contenere sostanze dannose per l'organismo. Non sono pochi gli studi che hanno riscontrato, in alcuni detergenti, una presenza di formaldeide (Metanale): irritante, allergenico e soprattutto cancerogeno. Inoltre, vari detersivi e ammorbidenti emettono composti organici volatili (COV), preoccupanti a causa delle emissioni e perché i COV vengono emessi anche diverse ore dopo la pulizia. Senza contare che diversi detergenti per la casa hanno un impatto deleterio sull'ambiente. Un esempio? I fosfati, contenuti ancora in molti detersivi, sono responsabili delle maree verdi che soffocano laghi e fiumi. Perché allora non provare ad usare delle alternative ecologiche fai da te? Vediamone qualcuna... Ammorbidenti naturali: l'aceto L'aceto è un efficace sostituto degli ammorbidenti in commercio. Questo perché l'aceto di vino bianco ha una carica positiva che, scontrandosi con la negativa che rimane sulle fibre, la annulla. Essendo acido, l'aceto non va mai versato nella vaschetta insieme al detersivo che, per sua natura è alcalino. Ne annullerebbe l'effetto. Il consiglio è di versare l'aceto nella vaschetta dell'ammorbidente, per entrare in circolo durante il risciacquo. L'aceto è un potente anticalcare naturale e favorisce la degradazione di enzimi e residui di detersivi, contribuendo ad eliminare la potenziale carica allergenica rimasta nei tessuti. Vi sembrerà strano ma l'aceto non lascia odore sul bucato. Potete sempre aggiungere delle gocce di olio essenziale agli agrumi o alla lavanda per un piacevole profumo di pulito. Ammorbidenti naturali: il bicarbonato L'ammorbidente preparato con il bicarbonato renderà il vostro bucato morbidissimo. Inoltre, il bicarbonato aiuta a fissare i colori, soprattutto sugli indumenti scuri, profuma ed è utile per la lavatrice poiché aiuta a rimuovere i residui di calcare e sapone. Dal momento che il bicarbonato è privo di sostanze chimiche (aggressive sulla pelle), è particolarmente indicato per lavare i vestiti di soggetti allergici e dei bambini. Ammorbidenti naturali: il limone Il succo di limone è ricco di acido citrico che, grazie alla sua azione anticalcare, è in grado di catturare il calcio contenuto nell'acqua, fungendo da ottimo ammorbidente naturale. L'acido citrico, poi, favorisce la degradazione di enzimi e residui dei detersivi, contribuendo ad eliminare il loro potere allergenico. Per di più il succo di limone rende i panni non solo più morbidi al tatto, ma anche più facili da stirare. Ammorbidenti naturali: il percarbonato Per garantire igiene e smacchiare in maniera più efficace, potete aggiungere al detersivo un cucchiaio scarso di percarbonato di sodio. Il percarbonato è l'alternativa consigliata al perborato: libera ossigeno e anidride carbonica senza avere effetti sull'uomo e sull'ambiente. Il percarbonato inizia ad agire già a 30 gradi per raggiungere la sua miglior azione a 50 gradi. Un altro trucco per igienizzare con il percarbonato? Fermate la lavatrice quando è bella calda e lasciate agire più a lungo l'ossigeno attivo. Ma ricordate una cosa molto importante: il  percarbonato va utilizzato soltanto per i capi bianchi o colori resistenti, perché potrebbe far sbiadire i colori. Leggi anche Come pulire casa con il limone Come pulire l'acciaio per farlo brillare I rimedi naturali: latte detergente fai da  te  
CONDIVIDI

Speciale Natale

Capodanno 2015: dove andare e cosa fare l'ultimo dell'anno? Si avvicina il momento di lasciarsi alle spalle l'anno passato per dare il benvenuto al 2015. Sapete già come festeggiare Capodanno 2015? Dove andare e cosa fare per l'ultimo dell'anno? Per alcuni può sembrare prematuro pensare a Capodanno 2015. Ma, ammettiamolo, al momento di decidere dove andare e cosa fare a Capodanno ci troviamo sempre impreparati e a corto di idee. In fondo, non costa nulla dare un'occhiata alle proposte che potrebbero rendere il nostro Capodanno davvero speciale. Ecco allora, regione per regione, qualche interessante località dove andare a festeggiare Capodanno 2015. Capodanno 2015: dove andare in Umbria 730 luci, 8.5 km di cavi, 1.350 prese. Sono i numeri dell'albero di Natale che illumina il pendio del Monte Igino di Gubbio. Il tradizionale albero di Natale che colora il pendio del Monte Ingino di Gubbio è una delle attrazioni più apprezzate di questo periodo. Dal 1981 un gruppo di volontari, gli“Alberalioli”, realizzano questa gigantesca opera:  350 metri di base per 650 metri di altezza. Uno spettacolo da vedere, unito alle bellezze storiche che il comune di Gubbio offre. Da non dimenticare anche che ci si trova a due passi da Assisi e da Perugia, due delle località più caratteristiche del nostro Paese. Capodanno 2015: dove andare in Toscana Non c'è niente di meglio di un Capodanno tra le coccole della ridente Toscana. Per l'occasione vi suggeriamo Montebelli Agriturismo e Country Hotel di Caldana (GR), una struttura accogliente e attrezzata per le esigenze di grandi e piccini. Per festeggiare al meglio Capodanno 2015, gli adulti si possono rilassarsi al centro benessere, con piscina, sauna e bagno turco (riservato ai maggiori di 16 anni), e i piccoli possono giocare nella piscina interna, eccezionalmente aperta durante la mattinata, sotto il loro controllo. Capodanno 2015: dove andare in Valle d'Aosta Che Capodanno 2015 sarebbe senza un po' di neve? Chiudete gli occhi e provate a sentire le emozioni che potreste provare immaginandovi la sera di Capodanno a brindare sotto il cielo stellato, a oltre 2500 metri di quota, insieme alla vostra famiglia o a un gruppo di amici, nell’intimità che solo la montagna d’inverno può dare, riscaldati dal calore del camino a legna di un rifugio. Riapriteli e connettetevi al sito www.lovevda.it. Qui scoprirete che tutto ciò che avete immaginato e le sensazioni che avete provato non sono state presi a prestito dal mondo del cinema o della fiction televisiva, ma possono diventare realtà, prenotando una delle tante proposte confezionate appositamente per una notte di San Silvestro da trascorrere in Valle d’Aosta ai piedi delle montagne più alte d’Europa. Capodanno 2015: dove andare in Trentino Alto Adige Se volete vivere a pieno la magica atmosfera natalizia e trascorrere il Capodanno dei vostri sogni, recatevi a Madonna di Campiglio, in Trentino Alto Adige. Madonna di Campiglio non offre soltanto un comprensorio sciistico perfetto per chi ama sciare; ma anche il calore e l'accoglienza di piccoli chalet unici al mondo, addobbati con materiali naturali raccolti nei boschi e illuminati da romantiche luci e fiaccole natalizie. Immancabili le invitanti bancarelle che offrono prodotti tipici del luogo, idee regalo originali, oggetti d’artigianato in legno, tovagliato nei tipici tessuti e poi miele, speck, grappe del territorio, cioccolata, canederli fatti in casa e torte, da gustare sul posto o acquistare per un regalo particolare. Da non dimenticare, poi, i canti tradizionali intonati nelle strade innevate e un magico laghetto ghiacciato su cui è possibile pattinare come nei migliori film americani. Capodanno 2015: dove andare in Veneto Ricordate le piccole case con i tetti di biscotto, neve di glassa, lecca lecca che danzano e piroettano, mentre gli gnomi scivolano felici sulla crema del panettone. Sembra di entrare nella favola di Hansel e Gretel: il profumo di zucchero e cannella, la musica e le luci guidano grandi e piccini all’ingresso del Villaggio di Natale Flover. Capodanno 2015 è l'occasione giusta per entrare nell'atmosfera di Natale Flover: il più grande mercatino di Natale al coperto in Italia, con oltre 7 mila metri quadrati dedicati alla festa più amata e attesa dell’anno. Un luogo magico che lascia incantati tutti i bambini nel vedere gli gnomi all'opera, luci, colori, e animali in movimento, mentre i più grandi hanno la sensazione di fare un passo indietro nel tempo e di rivivere la propria spensierata infanzia. Come perdersi tutto questo? Leggi anche Capodanno 2015: cosa fare nelle metropoli Capodanno: il make up della sera Capodanno: come arredare la tavola per il cenone
CONDIVIDI
Video
Segui Alice su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv